Sorrento – Salernitana: promossi&bocciati
CONDIVIDI SU 

Marcello Falzerano foto G. Maffia

Riprende il campionato e torna, puntuale, la nostra rubrica di approfondimento sulle prestazioni degli elementi messisi particolarmente in luce, in senso positivo e negativo, nell’ultimo turno di campionato della Salernitana. Certo “bocciare” qualcuno dopo una sola gara disputata potrebbe risultare ingeneroso se non si trattasse di un’analisi riferita esclusivamente a quanto visto in campo nell’arco dei primi 90 minuti di gioco. Prestazione tutto sommato positiva dei ragazzi di Breda che, nonostante il sintetico, il gran caldo ed il ritardo di condizione fisica sono riusciti a tenere testa agli avversari per gran parte del match. Sugli scudi in particolare il tridente a supporto dell’ariete Fava, una vera e propria spina nel fianco della statica difesa costiera.

ANTONINO RAGUSA Per molti potrebbe risultare una sorpresa, non per chi ha seguito il campionato primavera della scorsa stagione e non avrà potuto fare a meno di notare uno dei prospetti più interessanti del calcio italiano. Gasperini stravede per lui e ha preteso che partisse esclusivamente in prestito secco. Come dargli torto: il ragazzo ha gamba, dinamicità, intelligenza tattica e tanto talento. Golden boy.

MARCELLO FALZERANO Idem come sopra. Le scorribande, i gol e gli assist (spesso decisivi) che hanno contribuito a portare lo scorso anno la Salernitana primavera ad un passo dal sogno play-off non sono frutto del caso. Il giovane esterno romano fa impazzire il pur esperto Vanin: riuscisse ad essere più freddo e concreto nel momento della giocata decisiva sarebbe già un gran giocatore. Gioiello fai-da-te.

MICHELE MUROLO costruisce col compagno di reparto Peccarisi una muraglia quasi invalicabile. Gli avanti del Sorrento sono spesso costretti a girare alla larga dalla coppia centrale granata. Buona parte del merito è del coriaceo stopper ex Marcianise, capace di dimostrare alla scarna platea del “Campo Italia” il motivo per il quale addirittura il Bari si fosse interessato al suo cartellino. The wall.

ERRICO ALTOBELLO bocciatura ingenerosa considerando che il difensore nativo di Cava non è un terzino di ruolo. Tradito dall’emozione dell’esordio, soffre terribilmente il dirimpettaio avversario Manco tanto da costringere Breda a richiamarlo in panca dopo neppure 45 minuti di gara. Ennesima riprova di quanto sia urgente l’acquisto di un terzino destro di ruolo. Nicola, sveglia!

MANOLO PESTRIN Alzi la mano chi è disposto a sopportarlo per un altro campionato mentre passeggia svogliatamente sul rettangolo verde. Impreciso negli appoggi e “morbido” nei contrasti, lascia chiaramente intendere che abbia la testa da tutt’altra parte. Ci dica dove che lo accompagniamo.

SALVATORE ACCURSI centimetri ed esperienza al servizio di una difesa solida al centro ma in versione gruviera sulle corsie esterne, in particolare quella destra. Peccato che quando serva (il riferimento è al calcio d’angolo da cui è scaturito il pareggio), si faccia trovare impreparato. Rimandato a settembre.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache