I 23 precedenti con la Ternana: l’anno scorso in gol Franco e Gabio. Nel 2007 ritorno prima dell’andata!
CONDIVIDI SU 
Il gol di Franco alla Ternana nel 2015 (Foto B.Maffia)

Il gol di Franco alla Ternana nel 2015 (Foto B.Maffia)

Ventitrè le partite disputate a Salerno tra Salernitana e Ternana: ben dieci i pareggi nella storia, altrettante le vittorie di casa e tre exploit esterni delle fere. Che effettuarono la prima visita nella città di San Matteo nel lontano 1930, il 27 aprile, alla quintultima giornata del campionato di Prima Divisione 1929/30 (la terza serie dell’epoca): gli allora biancocelesti campani ebbero la meglio col risultato di 3-1 (Mario Adinolfi, Alfonso Carella e un autorete di Riccini, prima del gol della bandiera ospite con Bussich) al campo di Piazza d’Armi, mantenendo la categoria a fine stagione come gli umbri, che da lì vennero poi inseriti in un girone differente. E così la sfida si ripropose undici anni dopo, il 5 gennaio del ’41 in Serie C: di fronte il “Terni”(che avrebbe poi vinto il girone non riuscendo, però, a centrare la promozinoe ai gironi finali) al campo Littorio, vittoria di casa per 2-0 (Paolo Canazza Ronzan e Mario Bergonzini i marcatori). L’anno dopo si capovolse tutto, fu la Salernitana a chiudere in testa e a non gioire per la B, stavolta a causa di un tentato illecito. In campionato, il 2 novembre del ’41, fu pari a reti bianche ma anche in quella stagione il testa a testa fu clamoroso fino alla fine, con gli umbri che terminarono al secondo posto. Stesso pareggio senza gol anche nel girone finale del campionato di terza serie 1942/43, che la Salernitana di Gipo Viani chiuse al secondo posto, guadagnando (a spese del Terni, terzo) la promozione in cadetteria. Ma gli eventi bellici non lasciarono molto spazio alla gioia calcistica. Le due compagini si ritrovarono di fronte in B nel campionato 1946/47, con un’emozionante goleada dei granata che a fine stagione conclusero la cavalcata con la promozione in massima serie: 6-1 alla Ternana, sepolta sotto i gol di Vincenzo Voccia e Oliviero Zega(doppiette per entrambi), Vincenzo Volpe e Vincenzo Margiotta. Di Tossio il gol ospite della bandiera. Vent’anni dopo la successiva sfida, all’ultima di campionato del 67/68 fu 0-0 al Vestuti in Serie C.

Filippo Troisi (foto da internet)

Un salto negli anni Ottanta, in C1. Il confronto seguente è datato 25 gennaio 1981, prima vittoria ternana a Salerno (0-1), causata da uno sfortunato autogol di Fabio Vulpiani all’ultima del girone d’andata. Fu la prima partita da presidente del compianto Filippo Troisi, lascerà dopo due anni circa. Nella seguente stagione, torneo di terza serie 1981/82, i granata si riscattarono battendo gli umbri 2-0 (Giovanni Zaccaro e Muzio Di Venere i marcatori) nella prima partita senza subire gol di Roberto Marconcini nella sua storica serie positiva di 829′ di imbattibilità, iniziata nella precedente gara dopo il gol dell’aretino Doveri. Medesimo risultato nell’82/83 (ancora Zaccaro e Angelo Del Favero in gol), mentre nell’83/84 fu uno scialbo 0-0. La Salernitana tornò a vincere nell’84/85, nuovamente con lo zampino di Zaccaro (rigore, 1-0 il finale) e si confermò positiva contro le fere anche nella stagione seguente con il 3-1 al Vestuti firmato Antonio De Vitis (doppietta) e Santo Perrotta, prima del gol ospite di Biagetti. Era l’ultima giornata, la Ternana andò in C2 e ritrovò la terza serie nel campionato 89/90, che fu felice per la Salernitana: proprio contro i rossoverdi il 10 dicembre la squadra di Ansaloni vinse 3-1 ed agguantò il primato per la prima volta in stagione (poi chiusa al secondo posto ma comunque con promozinoe in tasca): Carmine Della Pietra, Luca Gonano e Ciro Ferrara i marcatori di casa, l’ex Vittorio Cozzella aveva aperto le danze per gli ospiti. Non era l’unica vecchia conoscenza, c’erano pure l’allenatore Tobia e i compagni di squadra Claudio Cocco, Angelo Sciannimanico e Roberto Renzi.

Claudio Grimaudo (foto Maffia)

Il confrontò si ripetè nel torneo 1991/92, ancora in C1, per la prima volta all’Arechi, con uno 0-0 alla penultima giornata che servì alla Ternana per mantenere il primo posto che l’avrebbe proiettata in Serie B. Categoria in cui nel torneo 1999/2000 le due squadre si rincontrarono: poco felice l’episodio per un cavalluccio marino già in vacanza, sconfitto tra le mura amiche da una doppietta di Artico (0-2) alla penultima giornata. Fu l’ultima partita all’Arechi di Claudio Grimaudo, il “Cavallo Pazzo” della fascia destra, 193 partite e 7 gol in granata. Scialbo 0-0 l’anno dopo, ultima all’Arechi di… Sonetti, che sarebbe stato esonerato dopo una settimana a vantaggio del ritorno di Francesco Oddo: era il 18 marzo del 2001. Medesimo pari senza gol anche nel 2001/02 alla quintultima giornata, con la Salernitana ormai senza più velleità di promozione che non fece passare la Ternana, bisognosa di punti salvezza. Gli umbri retrocessero in C1 ma furono ripescati a causa del fallimento della Fiorentina, e così nel 2002/03 ritrovarono l’Arechi, addirittura per due volte: la prima il 18 agosto in Coppa Italia, con Zdenek Zeman che aveva firmato il rinnovo del contratto solo alla vigilia, guadagnando un 2-2 (gli ospiti Borgobello e Brevi aprirono e chiusero le marcature, in mezzo i gol di Luca Pierotti e Fabio Vignaroli su rigore). Poi in campionato, poco meno di un mese più tardi, pesantissimo 0-3 firmato Giampà e Borgobello (doppietta) all’esordio, sebbene in realtà si trattasse della terza giornata, divenuta di fatto la prima per il rinvio delle prime due a causa della mancata copertura delle pay tv. L’anno dopo è la Salernitana la ripescata, all’Arechi i granata tornano alla vittoria: 2-1 il 14 dicembre 2003 grazie alla doppietta di Giorgio Di Vicino, dopo il momentaneo vantaggio ospite firmato Zampagna. Nel 2004/05 sempre in cadetteria finì 1-1 (vantaggio granata con Igor Zaniolo, pari umbro di Salgado), due stagioni dopo invece le due squadre si ritrovarono di fronte in C1: la particolarità è che la partita era programmata per il girone di ritorno e si giocò prima della sfida d’andata, prima data vinta a tavolino ai campani per la chiusura dello stadio Liberati e poi fatta recuperare a campionato inoltrato. All’Arechi finì 1-1 (Cristian Agnelli per i granata, rigore di Bonfiglio nell’extra time a pareggiare i conti) con i soli abbonati sugli spalti, a causa della mancanza di tornelli all’Arechi, e l’allora ds ternano Pesce a far gestacci al pubblico dopo il pari in extremis. Anche tale gara era stata rinviata: si giocò l’11 marzo 2007, avrebbe dovuto disputarsi invece il 4 febbraio, data in cui i campionati furono sospesi per la tragica morte dell’ispettore Raciti a Catania.

L’ultima sfida in ordine di tempo è risalente alla scorsa stagione, quando i campani di Torrente riuscirono ad avere la meglio degli umbri anche in inferiorità numerica per l’espulsione di Trevisan: 2-1 per i granata, in vantaggio con Michele Franco e subito rimontati da Ceravolo, prima del definitivo gol partita di Denilson Gabionetta. L’ultimo con la casacca del cavalluccio per il brasiliano, che da lì iniziò un lento e inesorabile declino fino alla cessione a febbraio. Di seguito il tabellino di quel match, datato 26 settembre 2015:

 

TABELLINO  –  SALERNITANA-TERNANA 2-1 (2015/16)

SALERNITANA (4-3-3): Terracciano; Colombo, Lanzaro, Trevisan, Franco; Moro, Pestrin, Bovo (31′ pt Empereur); Troianiello (36′ Perrulli), Eusepi (21′ st Donnarumma), Gabionetta. A disp: Strakosha, Pollace, Coda, Sciaudone, Odjer, Rossi. All: Torrente.

TERNANA (4-2-3-1): Mazzoni; Zanon, Gonzalez, Masi, Vitale; Zampa (7′ st Busellato), Coppola; Belloni (41′ st Falletti), Signorelli (26′ st Avenatti), Furlan; Ceravolo. A disp: Sala, Valjent, Meccariello, Gondo, Dianda, Palumbo. All: Avincola.

Arbitro: La Penna di Roma 1 (Bindoni/Raspollini)

NOTE. Marcatori: 2′ st Franco (S), 3′ st Ceravolo (T), 24′ st Gabionetta (S); Ammoniti: Gabionetta, Colombo, Donnarumma (S), Zampa, Vitale, Busellato (T); Espulso: Trevisan (S) al 29′ pt per doppia ammonizione; Angoli: 4-6; Recuperi: 2′ pt – 6′ st; Spettatori: 9.874.

CONDIVIDI SU 
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
Fotocronache