Giacomo Tedesco: “Salerno top anche su beneficenza, che emozione! Fabiani rinforzi difesa”
CONDIVIDI SU 
Giacomo Tedesco nel 2001/02 (foto B.Maffia/Sportphoto)

Giacomo Tedesco nel 2001/02 (foto B.Maffia/Sportphoto)

Sarà uno dei ritorni più attesi il suo in occasione della gara di beneficenza del 15 gennaio. Giacomo Tedesco tornerà a calcare il palcoscenico dell’Arechi, questa volta per una nobile causa, dopo aver contribuito al ritorno della Salernitana in serie A quasi vent’anni fa. “Tornare a Salerno per queste cose è il minimo, se possiamo aiutare tante famiglie in difficoltà ben venga – ha esordito l’ex centrocampista granata ai nostri microfoni – È un onore conoscendo Salerno, spero di trovare uno stadio pieno perché la città sa essere vicina e contribuire alla causa. Anche quando successe la tragedia di Sarno la comunità rispose nel migliore dei modi, lo ricordiamo tutti. Forse anche Giovanni sarà presente se riuscirà a tornare da Malta“. Ritrovare tanti ex compagni di squadra con i quali ha condiviso esperienze uniche, ma anche quel tifo che è rimasto indelebile nei ricordi: “Sarà bello rivedere tanti amici che ti hanno fatto stare bene. Sarà un’emozione bellissima perché Salerno mi ha dato la possibilità di giocare in A e di vincere quel campionato. Ritornare è sempre un’emozione grande, l’Arechi come tifoseria è tra i primi 4-5 stadi in Italia che ti fanno sentire il calore di cui il calciatore ha bisogno, ricordo tante coreografie“.

Per passare al calcio vero invece, la Salernitana non ha dato il massimo in questa prima parte di campionato: “Il campionato di B è difficile, ci sono tanti giovani, si corre tanto e ci si trova in difficoltà. Però l’ultimo risultato contro il Perugia dà morale e ti fa tornare a lavoro in maniera diversa. Tutto sommato si poteva fare qualcosa in più ma la strada è quella giusta. La società, il ds e il mister sanno cosa serve per provare ad agguantare la zona playoff“. Con quali innesti da aspettarsi? “Servono tanti giovani che fanno la differenza, le difficoltà sono tante e se investi sui giovani puoi andare avanti – ha concluso Tedesco – In B ci sono anche tante spese. Bollini li ha allenati, valorizzare i giovani e mandarli in grandi club ti consente di guadagnare e di ottenere risultati sul campo. Il mister e la società sanno cosa fare. Secondo me qualcosa in difesa potrebbe servire“.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache