Soligo riacciuffa la B: “Vorrei tornare ancora all’Arechi ma se i granata andassero ai playoff…”
CONDIVIDI SU 
Evans Soligo (foto Giuseppe Maffia / Daimages ©)

Evans Soligo (foto Giuseppe Maffia / Daimages ©)

Dopo 12 anni il Venezia ritorna in serie B. E lo fa con una folta colonia di ex calciatori granata. Su tutti, il capitano degli arancioneroverdi Evans Soligo, che in cinque stagioni a Salerno ha messo insieme quasi duecento presenze ed ora, tornato nella squadra della sua terra, ha ottenuto un’altra soddisfazione della lunga carriera: “Dopo tanti anni siamo tornati in B, siamo stati bravi a ripeterci dopo il campionato vinto lo scorso anno – ha dichiarato stamani il mediano veneto sulle frequenze di Radio Bussola 24, nel corso dell’appuntamento con “Gli SporTaccioni” –  Ora voglio dare ancora continuità alla mia carriera, mi piacerebbe tornare all’Arechi un’ultima volta perchè a Salerno ho avuto la storia calcistica più lunga, anche se spero che la Salernitana possa fare il salto e approdare in massima serie tramite i playoff. Paradossalmente, la partita più bella in granata è anche una delle poche che non ho giocato, ovvero quella contro il Pescara che ci schiuse le porte della serie B”.

Gioie e dolori per Soligo con la casacca granata. Il mediano classe 1979 segue sempre le sorti del club campano: “Sono felicissimo per la Salernitana, ha tutte le carte in regola per entrarci nei playoff nonostante le tre squadre che sono davanti rischiano di non far disputare gli spareggi. A Caccavallo ho fatto subito qualche domanda su Salerno appena è arrivato qui a Venezia. Francamente credo sia stato molto bravo Bollini a trovare la giusta quadratura ed ora raccoglie i frutti del lavoro svolto. La piazza di Salerno è passionale, per i tifosi è una fede. Bisogna avere equilibrio ed essere razionali, perchè essendo un campionato lungo e dispendioso puoi ritrovarti in alto e in un attimo tornare in basso. Serve affrontare ogni partita con la giusta concentrazione e la giusta determinazione”.

In chiusura un pensiero su un’altra sua ex squadra, il Vicenza, ora invischiata nella dura lotta per non retrocedere: “Hanno avuto alcune difficoltà a livello societario all’inizio mentre ora deve far fronte a molti infortuni. E’ un periodo sfortunato ma spero riesca comunque a salvarsi”. 

 

CONDIVIDI SU 
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
E' presente 1 commento
  1. Katia - 19 aprile 2017 11:29
    Poterti riabbracciare all'Arechi, sarebbe una discreta consolazione per la mancata promozione, Capitano.
Fotocronache