Equipe Campania, a Mugnano e Baronissi al via il 17 luglio raduno Aic per calciatori disoccupati
CONDIVIDI SU 
Lo stadio Figliolia (fonte internet)

Lo stadio Figliolia (fonte internet)

Ai nastri di partenza la settima edizione del ritiro dell’AIC Equipe Campania organizzato del responsabile Antonio Trovato. Il raduno dei calciatori in attesa di collocazione, che come di consueto troverà spazio sia a Napoli che a Salerno, avrà come base i campi di Mugnano e Baronissi. Si partirà lunedì 17 luglio rispettivamente alle ore 8.30 al “Vallefuoco” e alle ore 16 al “Figliolia”. Come consuetudine, durante il periodo verranno organizzate partite amichevoli utili per iniziare a dare minuti nelle gambe e creare quella “vetrina” per favorire la collocazione dei calciatori alla ricerca di contratto. Quest’anno la novità, come ci tiene a precisare il coordinatore Antonio Trovato, è l’apertura non solo agli atleti della Campania: “Abbiamo deciso per questa nuova edizione di dare spazio oltre ai calciatori locali, anche ad atleti provenienti da fuori Regione. Per loro metteremo a disposizione gratuitamente il campo e il materiale per consentire loro di allenarsi con la grande famiglia dell’AIC Equipe Campania”. Un punto di partenza per un progetto importante che mira ad estendere i propri confini: “Miriamo a diventare un riferimento non solo qui in Campania, come ormai lo siamo diventati negli ultimi anni grazie ai numerosi calciatori che abbiamo collocato, ma anche in tutto il sud Italia”. Un progetto che non si ferma e si rafforza ogni anno, grazie al lavoro di Antonio Trovato e del suo staff, che è riuscito a mettere su una macchina perfettamente rodata e funzionante, come attestato dal successo del galà dei dilettanti organizzato a Nola lo scorso giugno: “I calciatori sono una parte importante in questo sport. Al di là delle società, dei presidenti e dirigenti, che rappresentano comunque una parte fondamentale del calcio dilettantistico, sono gli atleti che mettono l’anima in campo e cercano di fare il bene delle proprie squadre. Per me – prosegue Trovato – è fondamentale essere un punto di riferimento e dare loro una mano a trovare collocazione. A tutti dico di non mollare e credere sempre in sé stessi sin dal primo giorno di ogni raduno, da sette anni a questa parte. Perché col lavoro, l’impegno e la costanza i risultati si ottengono sempre”. Un esempio importante, ultimo per ordine di tempo, quello di Simeri, approdato al Novara in serie B: “Simone quando è arrivato all’Equipe veniva da un infortunio, tra mille difficoltà e paure è riuscito a ripartire stringendo i denti, ricominciando dalla Puteolana in Serie D. In tre anni è arrivato tra i professionisti a suon di gol. Voglio che sia un esempio per tutti coloro che parteciperanno ai prossimi ritiri”. Ai raduni di Napoli e Salerno potranno aggregarsi tutti i calciatori che si trovano al momento senza squadra, rivolgendosi ad Antonio Trovato ai numeri 347/3585076 e 327/6817282, sia telefonicamente che su Whatsapp, oppure contattando l’AIC Equipe Campania Soccer sulla pagina Facebook ufficiale.

 

Comunicato stampa

CONDIVIDI SU 
Notizia precedente:
Notizia successiva:
Fotocronache