Donnarumma a Bussola24: “Salerno, mi mancherai. Io sempre in discussione? Non bello”
CONDIVIDI SU 

BRU_043520 gol in due campionati e uno dei protagonisti della coppia più chiacchierata di Salerno. L’estate, però, ha portato il divorzio e i due gemelli del gol della Salernitana hanno dismesso l’abito granata. Massimo Coda è andato a Benevento in Serie A, Alfredo Donnarumma invece è rimasto in Serie B ma l’Arechi lo vedrà solo da avversario. Strano dirlo, ma il talento di Torre Annunziata è un ex calciatore della Salernitana: “Fa strano anche a me perché a Salerno sono stato due anni e mi sono trovato benissimo – ha detto l’ormai punta dell’Empoli a Radio Bussola, nel corso della trasmissione “Speciale Ritiro” – I tifosi del cavalluccio mi hanno sempre trattato alla grande ma nel calcio si cambia e bisogna abituarsi”. E Donnarumma ha cambiato, dal granata all’azzurro toscano: “Sono andato via da Salerno perché ero in scadenza e l’Empoli si è mostrato subito interessato a me. Qui credono in me e per un calciatore è la cosa più importante: mi hanno dato l’impressione di volermi a tutti i costi e allora ho deciso di accettare”. Ancora non chiarissima la formula del trasferimento (“ma su questo non mi pronuncio, si è occupato di tutto il mio procuratore e non so bene tutte le dinamiche”), qualche rammarico per il rinnovo discusso a Salerno dodici mesi fa ma poi sfumato: “L’anno scorso ho avuto anche proposte dalla massima serie, ma io non ho fatto nulla per andare contro la società. Sono rimasto sempre tranquillo e ho manifestato la volontà di restare a Salerno. Non so cosa sarebbe successo se avessi firmato il rinnovo, forse sarei ancora a Salerno”. E invece si chiudono a due le stagioni in granata. Tanti gol, anche se molti dalla panchina, la consapevolezza di aver potuto dare anche qualcosa in più se solo impiegato costantemente nel suo ruolo naturale: “E’ sotto l’occhio di tutti, in due anni mi sono sempre fatto trovare pronto ma sono anche sempre stato messo in discussione: per me non è stato facile. Alla fine il calcio è questo e si va avanti, ora c’è una nuova esperienza e la prenderò a volo. Il mio gol più bello? Esteticamente quello contro il Bari è il mio preferito, quando lo rivedo mi vengono i brividi. Tutti i gol sotto la curva però sono indimenticabili. La partita di playout contro il Lanciano è stata la più bella della mia carriera, il rimpianto più grande è aver lasciato i tifosi perché mi hanno dato tanto: spero di aver ricambiato”. Empoli, Palermo e Pescara sono retrocesse dalla A, Parma, Venezia, Foggia e Cremonese promosse dalla Lega Pro. Il campionato di B si preannuncia più spettacolare del solito: “Sicuramente sarà un campionato difficile perché pieno di piazze importanti. Mi auguro che la Salernitana possa salvarsi il prima possibile e poi ragionare anche per qualcosa in più, tifo per i granata perché porterò sempre Salerno nel mio cuore. Quando verrò all’Arechi da avversario sarà sicuramente emozionante, aspetto quel momento per godermelo il più possibile”.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache