Fatali i calci di rigore: Rosina e Bocalon sbagliano il penalty, Salernitana fuori dalla Tim Cup
CONDIVIDI SU 

20813450_10213576110620777_1375376126_o (1)TABELLINO CARPI-SALERNITANA 7-6 dcr

 

CARPI (3-5-2): Colombi; Vitturini, Capela, Poli; Jelenic, Verna, Pasciuti (11′ pts Giorico), Saric (1′ st Concas), Pachonik (8′ st Malcore); Nzola, Mbakogu. A disp: Serraiocco, Romano, Mezzoni, Anastasio, Saber, Mbaye. All: Calabro.

 

SALERNITANA (4-3-3): Adamonis; Pucino (3′ pts Perico), Tuia, Bernardini, Vitale; Ricci (12′ Odjer), Della Rocca, Minala; Rosina, Bocalon, Zito (22′ st Alex). A disp: Iliadis, Adejo, Mantovani, Schiavi, Signorelli, Sprocati, Kadi, Roberto. All: Bollini.

 

Arbitro: Sig. Claudio Gavillucci di Latina (Vivenzi/Lo Cicero); IV uomo: Aureliano.

 

NOTE. Marcatori: 2′ pt Minala, 32′ pt Zito (S), 27′ st rig. Malcore, 33′ st Concas (C), 1′ pts Bocalon (S), 13′ pts Nzola (C); Sequenza rigori: Rosina (S) PARATO, Mbakogu (C) GOL, Minala (S) GOL, Malcore (C) GOL, Bocalon (S) PARATO, Jelenic (C) PARATO, Tuia (S) GOL, Nzola (C) GOL, Vitale (S) GOL, Concas (C) GOL; Ammoniti: Pasciuti, Vitturini, Nzola (C), Minala, Ricci, Adamonis, Tuia, Perico (S); Espulso: Laurioli (ds Carpi) al 5′ sts per proteste; Angoli: 8-5; Recupero: 1′ pt – 3′ st – 2′ pts – 0′ sts; Spettatori: 1093 di cui 84 da Salerno.

 

Non è bastato il doppio vantaggio nel primo tempo, né il nuovo vantaggio di Bocalon nel primo tempo supplementare. La Salernitana saluta la Tim Cup per mano del Carpi che passa solamente ai calci di rigore. Buona la prestazione degli uomini di Bollini nei primi 45 minuti, che però perdono lucidità e forza da inizio ripresa commettendo qualche errore di troppo in difesa. Gli errori di Rosina e Bocalon dal dischetto costano caro: sarà il Carpi a giocare all’Olimpico di Torino il prossimo dicembre.

CRONACA. Meglio non poteva partire la squadra di Bollini che dopo appena 100 secondi si porta già in vantaggio con Minala, abile come sempre a inserirsi e a mettere alle spalle di Colombi su spizzata di Bernardini. Non solo vantaggio però, perché la Salernitana pressa bene e non concede spazi ai padroni di casa, correndo un serio pericolo solamente al 18’ quando Nzola si invola verso la porta superando Bernardini, provvidenziale Vitale e chiudere la conclusione in angolo. Gli uomini di Bollini sono bravi a chiudere gli spazi e a ripartire, andando vicina al raddoppio con una punizione di Tuia su cui Colombi si supera di piede; l’occasione del pari per il Carpi capita al 28’ su piedi di Mbakogu che recupera palla al limite su smanacciata di Adamonis, ma spara alto con la porta quasi sguarnita. E la dura legge del gol colpisce inesorabile: Bocalon protegge palla a metà campo, serve Rosina sulla destra che si accentra e manda in porta Antonio Zito che fa secco Vitturini e infila un non impeccabile Colombi. Il raddoppio però non tarpa le ali ai padroni di casa che negli ultimi minuti vanno vicinissimi ad accorciare le distanze in due occasioni con Mbakogu, Adamonis salva la propria porta in extremis.

Nella ripresa il Carpi attacca a testa bassa, con la Salernitana che riesce a chiudere quasi tutti gli spazi e viene baciata dalla buona stella di Adamonis soprattutto sulle conclusioni del solito Mbakogu e Nzola. Granata più stanchi nel secondo tempo, abili a ripartire solamente in un paio di occasioni senza però creare grattacapi alla difesa emiliana. La gara viene allora rimessa in discussione dal direttore di gara che concede un penalty molto dubbio per fallo di Bernardini su Malcore che dagli undici metri accorcia le distanze. La rete galvanizza i padroni di casa che pochi minuti dopo trovano la rete del pari con un colpo di testa di Concas su punizione di Pasciuti. La gara si riaccende nell’ultimo quarto d’ora con le squadre che inevitabilmente si allungano ma che vedono sempre più vicino lo spettro dei supplementari. L’occasionissima per il passaggio del turno è sui piedi di Alessandro Rosina che a pochi minuti dal termine colpisce clamorosamente il palo su cross di Pucino. Nulla da fare però perché dopo i tre minuti di recupero si va ai tempi supplementari sul risultato di 2-2.

Pronti via e la Salernitana è nuovamente in avanti: Bocalon sfrutta al meglio un retropassaggio sbagliato di Pasciuti e infila Colombi con un perfetto destro a giro. L’ex Alessandria si divora pochi minuti dopo anche la rete del 4-2 su splendido assist di Alex, la palla finisce incredibilmente fuori. Ci pensa allora Nzola a rimettere nuovamente il risultato in parità superando per la terza volta Adamonis. Anche nel secondo tempo supplementare sono i padroni di casa a cercare con più insistenza la rete del vantaggio ma la difesa granata riesce a fatica ad arginarli, provvidenziale ancora una volta Adamonis. Dopo 120 minuti il risultato rimane sulla parità: la lotteria dei rigori non sorride però ai granata che non passa il turno per via degli errori dagli undici metri di Rosina e Bocalon. Addio alla Tim Cup e alla possibilità di affrontare il Torino al turno successivo.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache