U17, granatini di Ferraro ko in casa nel derby col Napoli del salernitano Chianese
CONDIVIDI SU 

imageCampionato Under 17, Girone C, 11^ Giornata

TABELLINO Salernitana – Napoli 0-1

SALERNITANA: Scognamiglio, Cesarano, Gambardella, Volpe, Panzavolta (27’ st Fucci), Cataldi, Raiola (35’ st Del Regno), Pezzo (27’ st Pisano), Magliulo (10’ st Battipaglia), Marino, Iannone. A disp. Tancredi, Galiano, Migliore, Buscé, Regoli. All. Ferraro.

NAPOLI: Zagari, Marrella, Salimbene, Esposito A., Mariani, Gaeta, Guadagni G., Esposito G. (1’ st Esposito A.), Chianese (1’ st Guadagni C.), Labriola, Giliberti (1’ st Palazzo). A disp. Mancino, Bianco, Arcella, Sannino, Salvato, Massa. All. Chianese.

Marcatori: Labriola (N) al 13’ st. Ammoniti: Cataldi (S).

 

La formazione Under 17 della Salernitana ha avuto la peggio nella sfida contro i pari categoria del Napoli, che si sono imposti al Figliolia di Baronissi per 0-1. La Salernitana ha disputato una partita alla pari della seconda in classifica, allenata dal salernitano Mauro Chianese, ribattendo colpo su colpo alle iniziative degli ospiti e sfiorando anche il vantaggio nel primo tempo. Nella ripresa invece passa il Napoli, per una leggerezza di Marino che al 13’ rischia un dribbling superfluo e perde palla, facendo ripartire gli azzurri che si presentano davanti a Scognamiglio con Labriola, il portierino granata riesce anche a salvare con un miracolo, ma il rimpallo favorisce l’attaccante del Napoli che segna praticamente con lo stinco. La Salernitana non riesce a trovare il pareggio e il risultato rimane 0-1 fino al triplice fischio.

Un giorno dopo, questa sconfitta fa ancora male a mister Ferraro: “Ancora oggi fa male aver perso la partita in questa maniera, contro una squadra importante come il Napoli. Da sottolineare la prestazione dei ragazzi, che se la sono giocata alla pari con una squadra blasonata e attrezzata. Avessimo avuto un po’più di fortuna…c’è qualche rammarico. Però abbiamo perso solo nel risultato, per il sottoscritto va fatto invece solo un grande applauso ai ragazzi per quello che stanno costruendo. Continuiamo così sperando di avere un po’ di buona sorte in più, poi purtroppo il calcio è anche questo”. La squadra merita i complimenti, ma deve anche stare più attenta ai particolari: “Ribadisco, vedendo la partita e come è maturata la sconfitta non posso che fare i complimenti alla squadra. Ma bisogna avere la consapevolezza che partite come quella di ieri si vincono sugli episodi. Il particolare fa la differenza e più si cresce più i ragazzi devono capirlo e maturare sotto questo aspetto. Con la qualità delle squadre di questi campionati ogni errore costa caro”. E non è la prima volta che la squadra per un po’ di sfortuna o qualche disattenzione raccoglie meno di quanto meritato: “Purtroppo è così, sono abbastanza obiettivo, quando la squadra non merita lo dico, ma quest’anno faccio fatica a trovare partite in cui la squadra non ha espresso i suoi valori. Quindi sono soddisfatto perché sotto l’aspetto della voglia siamo un passo avanti rispetto all’anno scorso. Poi però per vincere certe partite ci vuole qualcosina in più che forse ancora non abbiamo”. La crescita è dimostrata anche dalle due partite del capitano Mattia Novella in Primavera: “Noi abbiamo fatto un percorso, già l’anno scorso ho fatto una scelta di lavorare su un biennio, per vedere cosa eravamo capaci di tirare fuori dai ragazzi. Novella ha capacità importanti e si è fatto trovare pronto per un campionato difficilissimo come quello Primavera. Poi c’è grande collaborazione tra le squadre e quindi va dato merito a Mariani per la possibilità che gli ha dato”. E quello di Novella è un percorso di crescita che è passato anche sotto tanti ruoli, arrivato come centrocampista, l’anno scorso ha ricoperto anche il ruolo di difensore centrale, prima di essere reinventato terzino destro quest’anno. Secondo mister Ferraro questo è definitivamente il ruolo in cui rende meglio: “Mattia è un ragazzo che dimostra sul campo il suo lavoro, lui può fare più ruoli, dove ha più prospettiva secondo me è da terzino destro, ma ha voglia, ha fame e dovunque lo metti gioca bene. La sua dimensione per il futuro penso sia proprio quella di terzino destro e anche lui si sta convincendo di questo nuovo ruolo. È un prospetto che può entrare nel mondo dei professionisti, non lo dice Ferraro ma lo sta dicendo il campo”.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache