Doppio ex Bombardini: “Salernitana, puoi giocartela. Servono rinforzi, piazza merita obiettivi importanti”
CONDIVIDI SU 

avellino-salernitana 08Gli annali esaltano la doppietta di Erjon Bogdani nell’ultimo exploit della Salernitana in quel di Palermo, ma la storia non rende adeguato merito alla straordinaria prestazione di Davide Bombardini che fece letteralmente ammattire la difesa della corazzata rosanero che s’apprestava a vincere a mani basse quel campionato. Il divario tra i due club resiste, ma il torneo attuale è decisamente più equilibrato. Chissà che la Salernitana non riesca a bissare l’impresa: “In serie B è sempre difficile potersi affidare concretamente ai numeri – spiega Bombardini ai microfoni del collega Enrico Vitolo per il quotidiano Il Mattino – . Rispetto alle stagioni in cui giocavo io, oggi nel torneo cadetto può accadere davvero tutto e il contrario di tutto. Prima vincere in trasferta era davvero complicato oggi resta difficile, ma non più come prima. Il divario s’è ridotto. Questa sera indubbiamente chi rischia di più, vedendo il valore degli organici e la classifica, è proprio la formazione granata, ma il Palermo deve stare molto attento perché affronterà una squadra ostica e che in trasferta ha già dimostrato che può far male un po’ a tutti”.

La classe e l’estro di “Bomba” hanno infiammato tanto l’Arechi, quanto la vecchia “Favorita”: “Il mio cuore l’ho lasciato in entrambe le piazze, ho vissuto campionati
importanti e tutti da protagonista. Di certo sarà una partita diversa dalle altre per il sottoscritto, ma è impossibile scegliere o fare qualsiasi tipo di pronostico. Non credo che la sconfitta col Foggia abbia lasciato scorie, l’entusiasmo scaturito dall’arrivo del nuovo allenatore sia ancora ben presente all’interno della squadra. E poi determinate sconfitte, proprio come quella contro i pugliesi, possono aiutarti a crescere, a far smuovere qualcosa dentro di te”.

Bombardini è stato alle dipendenze di Colantuono nella prima esperienza del tecnico romano all’Atalanta: “Il mister avrà strigliato il gruppo ma senza esagerare, ricordo che a noi cercava di tenerci sempre sul pezzo senza mai mollare di una virgola. Ogni settimana ci ripeteva che la prossima sarebbe stata la partita fondamentale, la
gara della vita. Penso che anche in questo momento, come giusto che sia, stia facendo la stessa cosa con l’intento di caricare al massimo il gruppo. Ha tutte le caratteristiche per diventare il valore aggiunto, sarà in grado di dare un’identità ben precisa alla squadra. Detto questo, però, se si vuole provare a fare il salto di qualità servirà ovviamente qualche rinforzo, ma con onestà credo che il mister li abbia anche chiesti alla società. Sinceramente spero che ciò accada a gennaio perché non condivido il fatto che una piazza come Salerno faccia dei campionati senza reali obiettivi, di fatto è un po’ come perdere del tempo. Invece stiamo parlando di un club che merita tutt’altro, che merita almeno di poter lottare concretamente e costantemente per i playoff. La sosta sarà utile soprattutto per il mister, avrà il giusto tempo per far comprendere alla squadra le sue idee tecnico-tattiche. Da ex giocatore, poi, ammetto che ho sempre apprezzato le pause perché ti permettevano di rifiatare e di recuperare le energie”.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache