Montervino a Bussola24: “Kiyine, grandi qualità ma va pungolato”. E sugli obiettivi del club…
CONDIVIDI SU 

MontervinoNella vittoria nel derby il grande protagonista è stato anche Sofian Kiyine, mezzala scuola Chievo che ha sbloccato la gara, mettendola in discesa sin dall’inizio.

Croce e delizia. Mezzi tecnici straordinari, la sfrontatezza dell’età che irretisce gi avversari, un passo non da velocista che comprende la capacità di nascondere il pallone agli avversari. Ma anche qualche distrazione di troppo per il marocchino è stato bacchettato da mister Stefano Colantuono dopo qualche dribbling forzato e alcune palle perse in malo modo.

Ieri ero in tribuna, ho visto la partita. Colantuono l’ho avuto come tecnico a Catania nella stagione 2003/04 e credo che lo riprenda appositamente, perchè ha grandissime qualità tecniche ma essendo giovane va sempre spronato e pungolato – ha dichiarato stamani a Radio Bussola 24 l’ex granata Francesco Montervino, che insieme ad altri professionisti cura gli interessi del ragazzo – Sofian risponde in maniera fantastica, eccezionale, quindi ben vengano questi rimproveri da parte di Stefano. Il gol lo ha dedicato alla sua famiglia: ieri c’erano il papà, la mamma, gli altri agenti che come me lo seguono da vicino. Adesso può soltanto migliorare. La Salernitana deve comunque stare attenta e concentrata, perché il pericolo è dietro l’angolo. Ieri, però, c’è stata un’ottima prestazione e ha trovato anche un assetto definitivo con il 4-3-3. Non bisogna montarsi la testa. Questa vittoria ha scacciato delle paure anche se sicuramente può portare benefici sul lungo periodo, tranquillizzando anche il tecnico ed il suo staff”.

A proposito di Colantuono, Montervino è certo: “Difficilmente lascia tutto così da un momento all’altro, non ho mai creduto che potesse dimettersi quando le cose non andavano bene. La Salernitana vive un momento di stallo da diversi anni. Non è cho ogni volta bisogna trovare un colpevole, bisogna essere realisti. La Salernitana deve valorizzare i propri giovani e deve divertirsi fin quando la società e i dirigenti non decidono di fare un campionato diverso. Rischio retrocessione? Fin quando ci saranno Lotito e Mezzaroma la Salernitana non retrocederà. Se poi si la società decidesse di fare qualcosa di diverso, la dirigenza saprebbe quali decisioni prendere in relazione ai giocatori da comprare”.

Chiosa finale su Raffaele Biancolino, dirigente dell’Avellino e protagonista del parapiglia nel finale, che con Montervino ha condiviso l’esperienza al Salerno Calcio: “Onestamente non ho visto chissà cosa dalla tribuna. Quando si accende un parapiglia si alzano tutti in piedi e fai fatica a capire cosa succede. Non ho sentito Raffaele, credo sia provato dal risultato e dalla prestazione. Posso immaginare cosa sia successo ma non so nulla di certo”. 

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache