Viareggio Cup, Salernitana sconfitta 2-0 all’esordio dal Parma. Mariani: “Peccato ma la crescita è continua”
CONDIVIDI SU 
Alberto Mariani (foto B.Maffia)

Alberto Mariani (foto B.Maffia)

1^ GIORNATA VIAREGGIO CUP, GRUPPO 3

TABELLINO  –  PARMA-SALERNITANA 2-0

PARMA: Adorni, Di Stefano, Oberrauch, Carniato, Di Maggio, Rallo, Garni (63′ Davitti), Mustacciolo (94’ Seck), Colley (52′ Mastaj), Patacchini (52′ Madonna), Longo (63′ Dodi). A disposizione: Corvi, Dodi, De Meio, Messina, Santovito, Binini, Martino. Allenatore: Iori.

SALERNITANA: Capasso, Granata (86’ Barra), Vignes (70’ Iurato), Vitale (49’ Baldassi), Proto (49’ De Sarlo), Novella (86’ Sette), Totaro (49’ Galeotafiore), Bartolotta, Felicetti (70’ Sorrentino), Gaeta, Tucci. A disposizione: Leggiero, Sette, D’Acunzo, Battistoni, Marino, Baldassi, Chingari. Allenatore: Mariani.

ARBITRO: Sig. Iacovacci di Latina

NOTE. Marcatori: Longo al 9’ , Colley al 38’. Recuperi: 0’ pt – 4’ st. AmmonitiPatacchini e Adorni (P), Tucci e Galeotafiore (S). Espulso Di Stefano (P).

 

 

 

Esordio amaro per la Salernitana di mister Mariani, ritornata alla prestigiosa Viareggio Cup dopo oltre un decennio di assenza. La partita con il Parma, considerata la scarsa caratura degli emiliani (penultimi nel Girone A del campionato Primavera e reduci da ben 5 sconfitte), non era da considerare proibitiva. Emozione e campo pesante a causa della pioggia forte e insistente, purtroppo, hanno fatto il loro brutto scherzo. Partono forte i granatini, più aggressivi dei pari età del Parma, ma alla prima occasione i gialloblu passano in vantaggio: al 9’ cross di Garni che trova Longo sul secondo palo pronto a ribadire in rete, lasciato tutto solo dalla disattenta difesa granata. La Salernitana prova subito a reagire con Totaro, che con un pericoloso sinistro chiama agli straordinari Adorni. L’estremo difensore emiliano è protagonista anche di una gran parata al 15’ su una punizione di Gaeta. Il primo tempo procede confuso, i granatini cercano il pareggio ma scoprono il fianco alle ripartenze del Parma. Al 38’ il raddoppio: punizione di Longo respinta da Capasso, ma Colley è il più lesto di tutti e trova il tap in vincente. Il secondo tempo inizia come il primo, i ragazzi di Mister Mariani spingono sull’acceleratore per riaprire la partita, ma al 58’ è l’arbitro a negar loro le possibili speranze annullando per fuorigioco il gol di De Sarlo. Tante le proteste della panchina granata, soprattutto da parte del team manager Alessandro Di Matteo che viene allontanato dal campo dal direttore di gara. La Salernitana continua ad attaccare e a registrare occasioni, ma né Gaeta né De Sarlo riescono a scalfire il muro gialloblu. Al minuto 82’ il parmense Di Stefano rimette parzialmente in partita la Salernitana facendosi espellere per doppio giallo, ma anche a causa del poco tempo a disposizione i granatini non riescono a trovare la via del gol. Finisce 2-0 l’esordio della Salernitana a Viareggio, risultato che non lascia ben sperare in una qualificazione vista la presenza della corazzata Inter, plurivincitrice del torneo. Prossimo impegno, però, sarà mercoledì contro gli australiani dell’APIA Leichardt, oggi sconfitti 5-0 proprio dai nerazzurri.

Nonostante la sconfitta mister Mariani, seppur rammaricato, è soddisfatto dell’esordio dei suoi ragazzi: “Un grande Parma ma anche una grande Salernitana. Abbiamo dato tutto ma loro sono stati più bravi, non ci hanno permesse di giocare il nostro solito calcio. In più ho rivisto le immagini e il secondo gol del Parma è in fuorigioco netto. Il nostro gol, invece, era regolare. Avremmo potuto assistere a un’altra partita. C’è stata grande intensità e qualità da ambo le parti, la differenza è che loro hanno segnato e noi no. Il loro portiere ha fatto due miracoli e abbiamo sbagliato gol clamorosi. I ragazzi però hanno dato tutto quello che avevano, e ci tengo a ricordare che la nostra squadra è composta da ragazzi del 2000 e del 2001, nettamente più giovane di quella del Parma e delle altre, composte da classe ’98 e ‘99. Sono comunque contento, sono momenti di crescita e questa crescita sta avvenendo, è sotto gli occhi di tutti. Dobbiamo fare il punto, valutare e far vedere anche i più scettici che stiamo facendo un grande lavoro. Pecchiamo un po’ di inesperienza però diamo sempre tutto. Non vedo l’ora di vederli l’anno prossimo, dobbiamo stringere i denti, tapparci le orecchie e tirare le somme a fine anno, e secondo me saranno ottime somme”. Ora testa agli australiani dell’APIA Tigers Leichardt e all’Inter: “Ai ragazzi per le prossime partite dirò quello che ho detto oggi e per tutto il campionato. Qualunque sia l’avversario dobbiamo uscire sempre a testa alta e con la maglia sudata, dobbiamo onorare la maglia granata che è fantastica. Cercheremo già mercoledì di portare a casa un risultato, per il popolo granata e per la dirigenza che ci ha permesso di essere qui”.

 

 

 

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
E' presente 1 commento
  1. Calcio Italiano - 13 marzo 2018 12:14
    Continuam a piglia' cuocc e.mazzat
teen porno
Fotocronache