Recuperi 28^: Bari e Spezia non vanno oltre l’1-1. Crisi Pescara, il Carpi espugna l’Adriatico
CONDIVIDI SU 

BRU_8630Due i recuperi della ventottesima giornata di serie B, entrambi alle ore 18. A Bari pareggio per 1-1 tra la squadra di Grosso e lo Spezia che passa in vantaggio già al 10′ con un colpo di testa di Forte, bravo a sfruttare la prima occasione dei liguri. I padroni di casa provano ad agguantare il pareggio ma lo fanno in maniera confusionaria. Meglio i galletti nella ripresa, grazie anche agli ingressi in campo di Brienza e Kozak; ed è proprio l’attaccante lombardo a trovare la rete del pareggio al 71′ con un sinistro al volo che non lascia scampo a Di Gennaro. Il Bari rischia anche di ribaltare il risultato nel finale con Kozak, palla fuori di poco. Buon punto e buona prestazione per lo Spezia che resta ai margini della zona playoff, per il Bari invece il secondo pareggio consecutivo che consente di restare comunque agganciato ai piani alti di classifica.

 

BARI-SPEZIA 1-1

BARI (4-3-3): Micai; Sabelli, Diakitè, Marrone, Balkovec; Busellato (57′ Brienza), Basha, Henderson; Galano (70′ Kozak), Nené, Improta (88′ Cissé). A disp: De Lucia, Conti, Cassani, Empereur, D’Elia, Anderson, Tello, Petriccione, Iocolano. All: Grosso.

SPEZIA (4-3-1-2): Di Gennaro; De Col, Capelli, Giani, Augello; Pessina, Juande, Mora (68′ Lopez); Mastinu (74′ Terzi); Granoche, Forte (78′ Marilungo). A disp: Manfredini, Masi, Ceccaroni, De Francesco, Maggiore, Bolzoni, Ammari, Gilardino. All: Gallo.

Arbitro: Forneau di Roma 1 (Raspollini/Scarpa); IV uomo: Di Paolo.
NOTE. Marcatori: 10′ Forte (S), 71′ Brienza (B); Ammoniti: Forte, Mora (S); Angoli: 8-5; Recupero: 3′ pt – 6′ st.
BRU_3288Vittoria invece del Carpi che espugna l’Adriatico per 1-0, meritando i tre punti con una prestazione superiore al Pescara. Al primo affondo gli ospiti passano: cross di Pachonik e testa del solo Sabbione che da pochi passi infila Fiorillo. La reazione dei delfini non c’è, affidandosi solamente a poche giocate individuali che non impensieriscono la retroguardia emiliana. Nella ripresa Epifani inserisce tutto il potenziale offensivo, ma gli attacchi del Pescara sono per lo più guidati dalla frenesia del pareggio. Al 90′ esulta il Carpi che resta in scia playoff, mentre la terza sconfitta consecutiva per gli abruzzesi fa risuonare più di qualche campanello d’allarme.

PESCARA-CARPI 0-1

PESCARA (3-5-2): Fiorillo; Fornasier, Coda, Perrotta; Fiamozzi, Coulibaly, Brugman, Machin (78′ Falco), Balzano; Bunino (58′ Mancuso), Cappelluzzo (72′ Cocco). A disp: Savelloni, Crescenzi, Yamga, Pettinari, Mazzotta, Gravillon, Capone, Carraro, Baez. All: Epifani.

CARPI (3-5-1-1): Colombi; Capela, Poli, Ligi; Pachonik (75′ Bittante), Sabbione, Mbaye, Jelenic (46′ Verna), Di Chiara; Garritano (66′ Concas), Melchiorri. A disp: Serraiocco, Brunelli, Giorico, Malcore, Palumbo, Pasciuti, Saric, Brosco, Calapai. All: Calabro.

Arbitro: Serra di Torino (Imperiale/Rocca); IV uomo: Pezzuto.

NOTE. Marcatore: 11′ Sabbione (C); Ammoniti: Mbaye, Ligi (C); Angoli 7-0; Recupero: 1′ pt – 4′ st.

 

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache