Under 15, sogno playoff finito: poker del Torino al Volpe. De Santis: “Troppo timorosi”
CONDIVIDI SU 

u15Campionato Under 15, 1^ Turno Playoff

Salernitana – Torino 0-4

TABELLINO

SALERNITANA: Colantuono (24’ st Galante), Idioma, Murano (1’ st Balzano), Russo, Froncillo (24’ st Natella), Sangiovanni, Fresa (29’ pt Salerno), Dommarco (13’ st Lauro), Palmieri (24’ st De Stefano), Citarella, Imperiale. A disp. Radano, Accietto, Cioce. All. De Santis.

TORINO: Edo, Calò, Ordisci, Capistrano, Pace, Juricic (28’ st Pollice), Maugeri (10’ st Cariali), Savini (28’ st Tofisco), Barbieri, La Marca (24’ st Ientile), Jarre (24’ st Mele). A disp. Fiorenza, Gallazzi, Saponaro, Gentile. All. Meneghini.

Arbitro: Sig. Grasso di Ariano Irpino (Di Tommaso/Battipaglia).

Marcatori: Barbieri (T) al 17’ pt, 22’ pt, 31, pt e 16’ st. Ammoniti: Froncillo (S). Espulsi: Citarella (S) per somma di ammonizioni. Recupero: 0’ pt – 3’ st.

 

La Salernitana Under 15 deve arrendersi di fronte alla maggiore qualità ed esperienza del Torino, che al Volpe cala il poker grazie ad un inarrestabile Barbieri che firma tutti e quattro i gol.
A fare la differenza, oltre la vena realizzativa di Barbieri, è stato l’incredibile talento di Jarre, classe 2005 che ha seminato il panico nella difesa dei padroni di casa. Al 17’ infatti è proprio una sua giocata che permette al Torino di sbloccare la gara: l’ala sgroppa sulla fascia, supera Murano e crossa basso e forte sul primo palo, trovando Barbieri che insacca. Al 22’ arriva il raddoppio, ancora grazie alle capacità di dribbling di Jarre, che entra in area, punta la difesa e viene atterrato, dal dischetto poi trasforma Barbieri. I ragazzi di De Santis, che sono entrati in campo con un po’ di timore, accusano particolarmente questa fiammata degli ospiti e a fine primo tempo subiscono anche il terzo gol che chiude la gara, a segno l’immarcabile Barbieri che segna anche di testa anticipando il diretto avversario su un bel cross dalla destra. Nella ripresa la Salernitana vuole quantomeno onorare il campo e gioca con un piglio diverso, ma è ormai troppo tardi e come se non bastasse Citarella finisce anzitempo sotto la doccia beccandosi ingenuamente il secondo giallo per un fallo a centrocampo. Pochi minuti dopo, al 16’ un retropassaggio troppo pigro di Lauro, appena entrato, favorisce Jarre che può involarsi verso la porta e servire Barbieri per un facile tap-in. Non c’è partita e il Torino si guadagna il passaggio al secondo turno dei playoff nonostante lo svantaggio di giocare la gara secca fuori casa.

 

Mister De Santis spiega che i suoi ragazzi hanno pagato l’emozione, nonostante fosse l’aspetto su cui si erano concentrati maggiormente in settimana: “Abbiamo sbagliato l’approccio, siamo stati troppo timorosi, quello che speravo non accadesse. Abbiamo cercato di lavorarci in settimana, avevo detto ai ragazzi di giocare tranquilli, senza pressione, senza far pesare il nome della società con cui abbiamo giocato. Sapevamo che giocavamo contro una squadra che a livello giovanile lavora molto bene. Abbiamo beccato dopo un quarto d’ora il primo gol, pochi minuti dopo il secondo, lì siamo un po’ crollati e a fine primo tempo è arrivato anche il terzo. Anche l’arbitro non ci ha aiutato. Tra primo e secondo tempo ho cercato di risollevare la squadra e siamo entrati in campo con uno spirito diverso, cercando di correre e lottare, ma dopo un quarto d’ora siamo rimasti in dieci, abbiamo continuato a giocare, ma sotto 3-0 con l’uomo in meno non potevamo fare molto. Barbieri immarcabile? È stato bravissimo anche Jarre, un classe 2005, sotto età di due anni che già fa la differenza, questo fa capire la qualità del Torino. Non do colpa al reparto difensivo, se le cose non funzionano è tutta la squadra che lavora male. Se poi dall’altra parte c’è un attaccante che non perdona al primo errore individuale o appena ha un po’ di spazio di troppo è normale essere castigati”. La Salernitana era arrivata a questa gara con il favore del campo, ma a nulla è servito contro la superiore qualità del Torino, non resta che iniziare già a pensare come migliorarsi nella prossima stagione: “Sono sincero, l’unico rammarico è quello di non aver cacciato il carattere di questo gruppo che si è visto in tutti gli scontri diretti affrontati in campionato. Ma di fronte avevamo una grossa squadra, il risultato non credo sarebbe cambiato, certo magari non sarebbe stato così largo. È dispiaciuto non poter regalare una gioia a chi è stato presente al Volpe, ma abbiamo cercato di onorarli come sempre. La loro squadra è insieme già da quattro anni, c’è un lungo lavoro alle spalle, mentre i nostri ragazzi sono quasi tutti nuovi. Credo che abbiamo fatto un ottimo lavoro, trovando ragazzi con grandi valori e con gran voglia di migliorarsi. La partita di oggi non può cancellare l’ottima annata dei ragazzi, quindi non mi rimane che fare un applauso ai ragazzi. Abbiamo affrontato tante squadre di alto livello e negli scontri diretti abbiamo sempre fatto grandi prove, confrontarsi alla pari con loro è già motivo di orgoglio. Bisogna farlo anche attraverso il lavoro, per migliorare tutti insieme”.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache