Cuore Minala, appello social per trovare donna aggredita con acido (e donarle la maglia)
CONDIVIDI SU 

iene1Il cuore grande di Joseph Minala. Il centrocampista della Salernitana non è rimasto insensibile alla tremenda storia di cui è stata vittima Filomena Lamberti, la donna salernitana protagonista di un servizio andato in onda ieri sera nel corso della trasmissione Le Iene, realizzato da Nina Palmieri. La signora ha testimoniato come sia riuscita a risollevarsi dopo aver subito un’aggressione da parte del marito che la sfregiò con l’acido in volto. E che oggi, dopo 16 mesi di carcere, è libero e per nulla pentito.

“Ci tenevo tanto, ringrazio la sua nipotina che mi ha permesso di avere il suo contatto”, ha dichiarato l’emozionato Minala su Instagram mentre consegna la sua maglietta ufficiale alla signora. Sempre sui social, in mattinata, aveva lanciato un appello con la storia della donna, chiedendo agli innumerevoli fan di aiutarlo a contattarla per donarle la maglietta.

Filomena Lamberti fu svegliata in piena notte dal marito che le svuotò addosso una bottiglietta colma di acido solforico. “Andare avanti o aprire il balcone e farla finita”, era il bivio che le si poneva davanti e ieri ha raccontato come sia riuscita a riprendere in mano la propria vita dopo 32 anni fatti di violenze, difficoltà, mancata indipendenza e umiliazioni figlie dell’alcolismo del gelosissimo marito, peraltro padre dei suoi tre figli. Senza mai avere il coraggio e la possibilità di denunciare. L’escalation di violenza toccò il culmine con l’iscrizione a Facebook da parte della donna e con la partecipazione al matrimonio del nipote da parte sua con il trucco sul volto. Un “affronto”, per il marito orco che non glielo aveva mai permesso: nel 2012 Filomena fu denunciata in Questura da Vittorio per ripicca e in risposta chiese la separazione, con l’auspicio di poter concretizzare la cosa dopo le nozze della figlia. Ma il marito impiegò 24 ore per consumare la vigliacca “vendetta”. Il marito? Non è pentito, era già fuori dal carcere mentre Filomena era ancora in ospedale e non eroga il mantenimento di 300 Euro mensili che il giudice l’ha condannato a versare alla moglie, ritenendosi nullatenente, pur lavorando regolarmente in una pescheria.

Nel suo piccolo, Joseph Minala – che è un telespettatore accanito de Le Iene alla domenica sera, come i suoi “follower” sui social network sanno bene – ha voluto portare il suo contributo di solidarietà alla donna e alla nipotina. Complimenti.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache