Doppio ex Galeoto a Bussola24: “Palermo deluso, sbagliato esonerare Tedino. Salerno merita la A”
CONDIVIDI SU 
Francesco Galeoto (foto B.Maffia/Sporphoto)

Francesco Galeoto (foto B.Maffia/Sporphoto)

Gli appassionati della Salernitana ricordano ancora oggi con grande affetto Francesco Galeoto, terzino protagonista della promozione in Serie A nel 1998. Per il calciatore palermitano è impossibile dimenticare la stagione vissuta a Salerno: “Per me non sono passati vent’anni – rivela tradendo nostalgia sulle frequenze di Radio Bussola 24 – Me la immagino come se fosse ieri. Ricordo il pareggio con il Venezia che ci diede la matematica ma che non festeggiammo a causa dell’alluvione. Fu un anno incredibile, eravamo partiti pensando di salvarci, io e altri compagni venivamo da una retrocessione a Palermo e non conoscevamo per niente la piazza, invece vincemmo il campionato con due mesi d’anticipo”. Ma oltre alla Salernitana occupa un posto speciale nel cuore dell’ex calciatore anche la squadra della sua città natale, il Palermo, di cui ha seguito attentamente il cammino in questa stagione: “Io ho seguito entrambe, sono le mie due squadre, una è quella della mia città e l’altra è una a cui sono molto affezionato. Per me la Salernitana meritava un posto ai playoff, poi è una piazza bellissima, con tanta gente che va allo stadio. Con tutto il rispetto per loro, vedere squadre come Spal e Benevento in Serie A e non la Salernitana mi fa un po’ male”. Ma a stupire è più il Palermo, che era partito come assoluto favorito per la vittoria del campionato e la promozione diretta, e che invece dovrà sperare in un’improbabile combinazione di risultati nell’ultima giornata, oppure giocarsi il tutto per tutto ai playoff. Sulla strada dei rosanero la Salernitana, già salva e senza pretese: “Sarebbe potuta essere una bella sfida se il Palermo vincendo si fosse guadagnato la Serie A. Invece sarà più un allenamento in vista dei playoff, dato che i rosanero devono sperare in risultati miracolosi del Foggia e dello Spezia. Qui a Palermo siamo un po’ delusi perché la squadra è stata protagonista nel girone d’andata e poi deve essersi rotto qualcosa”. Secondo Galeoto non ha nemmeno aiutato l’esonero di Tedino: “È stato lo sbaglio più grande. Tedino aveva dato qualcosa di importante alla squadra, era un allenatore giovane e esordiente in categoria, con lui il Palermo si è espresso ad alti livelli. Poi l’esonero a poche ore dalla partita col Bari è stato un errore di Zamparini”. Allenatore da tenersi stretto per l’ex granata è anche Stefano Colantuono: “È l’allenatore giusto per ripartire per la Salernitana. Bisogna anche ripartire con umiltà, perché come dimostrammo anche noi non si vincono i campionati con i nomi, bensì con umiltà e voglia di lavorare”.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache