Zoro a Bussola24: “Akpro bravo anche come esterno, Salerno lo adotterà come fece con me”
CONDIVIDI SU 

ZoroArrivato a Salerno a soli 16 anni, Marco Andrè Zoro è riuscito ad affermarsi ad ottimi livelli nel corso della sua carriera, collezionando anche più di 20 presenze con la maglia della nazionale della Costa d’Avorio. Nato centrale, affermatosi come terzino che sapeva spingere e al contempo riusciva a capire quando bisognava guardarsi le spalle, insomma uno di quelli che tanto servirebbe oggi a diverse squadre. Peccato, però, che la sua carriera calcistica volga ormai al termine: “Ora voglio smettere col calcio, gioco da 20 anni e quest’anno mi sono fermato in Costa d’Avorio per portare avanti un progetto calcistico – ha svelato Zoro sulle frequenze di Radio Bussola 24 –  Per questo mi sono fermato qui, entro il prossimo anno smetterò così avrò più tempo per occuparmi di altre cose. Io sono innamorato di Salerno e della Salernitana, per questo la seguo sempre. Sono in contatto con Luca Fusco, è rimasto sempre il mio capitano anche se sono dall’altra parte del mondo – ha aggiunto l’ex Benfica – Quando parlo con lui chiedo sempre informazioni sulla squadra granata. Il mio ricordo più bello dell’esperienza a Salerno è l’esordio in prima squadra, contro il Treviso. Il tecnico non mi aveva detto che avrei giocato, poi il giorno della gara mi dice che avrei giocato. Ero quasi commosso, ricordo addirittura che mister Cagni mi disse di riprendermi altrimenti non avrei potuto giocare. Mi è rimasto nella mente anche il gol di tacco nel derby contro il Napoli e l’anno calcistico con Zeman, che per me è stato il miglior allenatore”. 

Su Akpa Akpro invece, ivoriano proprio come lui, Zoro si sbilancia: “Akpa è un giocatore bravo, che conosco bene. I calciatori come lui sono esplosivi, ha fatto bene negli anni e mi fa piacere che sia arrivato a Salerno. Ha giocato bene anche in questa stagione e l’anno prossimo la Salernitana può contare su di lui perchè sono sicuro che riuscirà a dare una grande mano. Deve continuare a dare il meglio e allo stesso tempo deve dar fiducia alle persone e ai tifosi, che lo accoglieranno come un figlio. D’altronde anche con me hanno fatto così. L’ho visto giocare al Tolosa nel 3-5-2 come esterno, in Nazionale ha fatto anche il terzino con ottimi risultati. Per me è un esterno, però può adattarsi anche a centrocampo. Fabiani? Lo conosco bene ed è uno che lavora tanto. E Lotito credo sia l’unico presidente in grado di dare stabilità alla società. La tifoseria abbia pazienza”.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache