Bilancio Mezzaroma: “Mi aspettavo di più. Rosa sarà integrata con attenzione ai giovani”
CONDIVIDI SU 

_DSC8940

Il bilancio della stagione appena andata in archivio, le prospettive per il futuro. Marco Mezzaroma tocca vari temi intervenendo in diretta ai microfoni di Goal su Goal su LiraTv: “E’ stata una stagione che sicuramente poteva dare qualche soddisfazione in più, ma il campo restituisce quello che al campo si dà. Il verdetto è stato questo, abbiamo ottenuto una salvezza diciamo tranquilla. Ci aspettavamo qualcosa in più ma non sempre le ciambelle riescono col buco. Spero vivamente di poter migliorare l’anno prossimo, lavoreremo per questo. Il campo è un animale strano, i fattori sono tantissimi ma gettare buone basi aiuta ad essere competitivi”.

La pianificazione della prossima stagione partirà la prossima settimana con un briefing a Roma tra proprietà, management ed allenatore: “Ci incontreremo col mister la prossima settimana, questa è stata impegnativa a livello di assemblee di A e B. E’ necessaria la presenza di tutti per metterci a tavolino e pianificare insieme la prossima stagione. Cercheremo di allestire una squadra più competitiva, è giusto che ogni stagione si cerchi di migliorarsi. Rischio di diventare monotono, ma il sistema della B si regge su una forma di finanziamento che si chiama mutualità. E’ una legge dello Stato che prevede investimenti in alcune voci tra cui il minutaggio degli under convocabili in nazionale. Faremo una squadra in cui la componente giovani sarà molto importante, lo impone la norma per poter usufruire di queste risorse finanziarie che al 60% reggono il sistema Serie B. Non ci sarà rivoluzione ma integrazione, alcuni calciatori andranno via in prestito e pertanto saranno sostituiti. Cercheremo di elevare la qualità, è una valutazione che faremo sedendoci a tavolino con Colantuono e Fabiani. Non sempre le cose vanno come ci si aspetta in partenza, qualcuno rende meno, qualcun altro di più. Cercheremo di arricchire la rosa per renderla più competitiva rispetto a quella di quest’anno. Il giudizio a posteriori è più semplice per tutti, all’inizio si spera che gli investimenti rendano per quanto si spera ma fa parte del calcio che non è una scienza esatta. Ci sono tante variabili nelle prestazioni dei calciatori, è difficile preventivarle in maniera esatta”.

 

“Dal punto di vista tecnico qualche errore è stato fatto ma solo chi non fa non sbaglia – prosegue Mezzaroma – . Probabilmente alcune scelte ci si aspettava di più ma hanno reso di meno. Dal punto di vista di struttura societaria ci sono aspetti su cui dobbiamo crescere. Abbiamo risolto un problema rilevante che era quello di avere una struttura di allenamento con i campi in erba. Stiamo implementando le strutture, entro il prossimo inverno avremo al Mary Rosy una struttura funzionale con più campi di allenamento per mettere la parte tecnica nelle migliore condizioni per poter lavorare ed allenarsi. Stiamo lavorando ma senza fare il passo più lungo sulla gamba. I problemi sul tappeto a livello sistemico sono tanti. Ci sono molte società che stentano, non è così semplice come può apparire dall’esterno”.

 

Sulle possibili iniziative per agevolare l’afflusso dei tifosi: “Col Palermo abbiamo messo i biglietti con forti riduzioni ma i risultati sono gli occhi di tutti anche se la partita non era d’impatto. Molto spesso s’invocano iniziative, ma poi non cambia granché. Il tema di avvicinare più possibile le persone fisicamente al calcio accomuna tutte le società. In altre annate siamo andati meglio, la media spettatori resta buonissima ma rispetto alle aspettative è un po’ calata. Da parte della società c’è la massima disponibilità ad un avvicinamento, dobbiamo crescere come cultura sportiva in Italia. Ci sono sempre più contrapposizioni tra tifo e società. Ho colleghi che stanno giocando i playoff e vengono contestati. Bisogna ricordarsi che stiamo parlando solamente di calcio”.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache