Da Alex a Roberto, passando per Rizzo, Kadi e Cicerelli: la situazione dei rientri dai prestiti
CONDIVIDI SU 

TAN_8337Non solo nuovi innesti. La Salernitana della nuova stagione si troverà a fronteggiare anche numerosi rientri dai prestiti di calciatori over e under tutti da valutare da parte di Stefano Colantuono. Che, a dire il vero, avallò la partenza di buona parte degli elementi in questione nel mercato di gennaio.

In primis, è il caso del portoghese Alex Freitas. Il duttile esterno classe 1991 aveva fatto intravedere cose positive nella gestione Bollini, collezionando 9 apparizioni: arrivato come attaccante esterno, il trainer di Poggio Rusco lo riadattò quinto di centrocampo con risultati soddisfacenti. Poi, un infortunio lo fiaccò prima della sosta invernale, in cui fu ceduto alla Pro Vercelli. Ma in Piemonte non è mai riuscito a ritagliarsi spazio: solo una volta, per giunta per 23′ a gara in corso, Grassadonia ha scelto di gettarlo nella mischia. Per il resto, ben undici panchine e una serie di piccoli infortuni. alex rientrerà alla Salernitana, con cui ha un vincolo fino al 2020, nel tentativo di convincere Stefano Colantuono a trattenerlo in granata.

SalernitanaCascia6Con lui ci sarà (di nuovo) l’attaccante classe 1988 Roberto Rodrigo, autore di 9 gol in 32 partite ufficiali con la casacca dell’Arouca, nella seconda serie portoghese dove, piccola curiosità, è già sdoganato il concetto di squadre B (Porto, Braga, Vitoria Guimaraes, Sporting Lisbona e Benfica ne hanno una in seconda serie). Il sesto posto finale non è servito all’Arouca – dove l’attaccante aveva militato anche nella stagione precedente, prima del trasferimento alla Salernitana – per il salto in massima serie. E così tornerà in Campania per essere visionato da Colantuono a Rivisondoli e capire se potrà essere utile alla causa per il 2018/19 oppure dovrà definitivamente essere ceduto. Roberto Rodrigo ha un contratto fino al 2020 col club di Lotito e Mezzaroma, con cui non ha collezionato presenze ufficiali. A Roccaporena, nell’estate 2017, risultò piuttosto acerbo e fu bocciato da Bollini.

Chissà se Colantuono fa il tifo per il Catania. Vi ha cominciato la sua carriera da tecnico in B, dopo i primi passi nella Sambenedettese. In rossoblu, da gennaio, ha militato il mediano Giuseppe Rizzo (’91) che la Salernitana ha spedito in prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione in B: per l’ex reggino un gol in 16 gettoni coi siciliani, tornerà a Salerno (scadenza 2020) se i playoff non dovessero sorridere alla compagine etnea.

BRU_5918In odore di rientro in Campania anche Sofian Ahmed Kadi ed Emanuele Cicerelli. Quest’ultimo non è riuscito a imporsi nel prestito in Serie C al Pordenone: undici partite, zero gol e ramarri eliminati al primissimo turno dei playoff. Non un’annata da ricordare per l’ex della Paganese, classe 1994, che con la maglia della Salernitana aveva disputato solo 3 partite nella gestione Bollini, prima che l’arrivo di Colantuono avallasse la sua cessione. Il Pordenone avrebbe il diritto di riscatto sul giocatore, la Salernitana quello di controriscatto. Si vedrà. Quanto a Kadi, il franco-algerino ha collezionato 7 presenze in C con la casacca dell’Alessandria, con cui ha vinto la Coppa Italia di categoria. Prestito secco per lui, tornerà alla base nel tentativo di farsi notare maggiormente da Colantuono. Con il club granata il ’97 ex Lanusei ha ancora due anni di contratto.

Ritiro5C’è poi l’attaccante Giovanni Cappiello, cresciuto proprio nel settore giovanile del cavalluccio, nella stagione appena terminata autore di 12 partite nel girone C di Lega Pro tra Monopoli (4 nella prima parte di stagione) e Fidelis Andria (8), senza mai andare a bersaglio. Il classe 1997, anch’egli la scorsa estate aggregato al ritiro della prima squadra, potrebbe dover maturare ancora in terza serie per trovare la giusta consacrazione: la salvezza della Paganese ai playout contro il Fondi può rappresentare una porta importante per trovare continuità, sempre in prestito dalla Salernitana. A proposito di giovani, torneranno alla casa madre anche il centrocampista Francesco Proto e l’attaccante Nevio Carrafiello, entrambi classe 1999, reduci dalla vittoria del campionato di Serie D con la casacca del Rieti. Proprio con la compagine laziale il club granata stringerà ancora di più i rapporti di collaborazione (clicca qui per leggere l’articolo) e non è da escludere un rinnovo del loro prestito per fargli assaporare anche la serie C. Per Carrafiello, a Rieti da inizio stagione, 10 presenze totali; Proto, ceduto ai granata-celesti a gennaio, ha totalizzato 7 apparizioni. Torneranno alla base anche il difensore centrale Giovanni De Angelis (’99), reduce da 13 partite in prestito alla Gelbison in Serie D, il terzino ucraino Hutsol (’99), Gullo (’00) e Maione (’00) che hanno vissuto l’esperienza con l’Agropoli in Eccellenza arrivando fino ai playoff nazionali per la promozione in D.

CONDIVIDI SU  teen pornoteen porn shemale porn
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
Notizia precedente:
Notizia successiva:
teen porno
Fotocronache