Home News Probabile formazione: Castori resiste alla tentazione 4-2-3-1, Schiavone insidiato da Capezzi

Probabile formazione: Castori resiste alla tentazione 4-2-3-1, Schiavone insidiato da Capezzi

Il tecnico orientato a confermare a grandi linee l’undici vincente due settimane fa a Verona. Dubbio in mediana

221
0

Avanti con il 4-4-2 anche per la sfida con il Pisa: Fabrizio Castori è infatti intenzionato a confermare il suo sistema di gioco di fiducia, accantonando l’ipotesi di un 4-2-3-1 più offensivo che, obiettivamente, avrebbe avuto davvero poco a che fare con la Salernitana gagliarda, battagliera e principalmente difensiva vista nelle prime due uscite stagionali contro Reggina e Chievo.

E, d’accordo con la regola per cui “squadra che vince non si cambia”, nel modulo disegnato dal tecnico marchigiano sembra esserci poco spazio anche per le novità tra gli interpreti. Davanti a Belec, infatti, anche contro i nerazzurri la linea difensiva sarà formata da Casasola e Lopez come terzini ai lati della coppia centrale Aya-Gyomber.

L’unica novità potrebbe esserci in mediana, dove al fianco del confermato Di Tacchio potrebbe trovare spazio da titolare Capezzi a svantaggio di Schiavone: l’ex Sampdoria si è subito inserito nei meccanismi di Castori ed ha avuto un buon impatto a gara in corso a Verona (oltre a segnare sempre da subentrato il tris nella gara di Coppa Italia con il Sudtirol), e potrebbe quindi spuntarla sul numero 8, apparso in leggera difficoltà sul piano fisico.

Sulla corsia mancina Cicerelli resta inamovibile, mentre a destra Kupisz parte in vantaggio su Lombardi. In avanti, l’intoccabile tandem formato da Tutino e Djuric: vista l’assenza di Gondo, starà a Giannetti dare eventualmente il suo contributo a gara in corso. Pronti dalla panchina anche il recuperato Dziczek e gli ultimi arrivati Antonucci e André Anderson, che potrebbero trovare minuti da subentrati.

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Gyomber, Aya, Lopez; Kupisz, Capezzi, Di Tacchio, Cicerelli; Tutino, Djuric.