Home Breaking news Caos Lazio, Luis Alberto su Instagram: “Chiedo scusa a chi si è...

Caos Lazio, Luis Alberto su Instagram: “Chiedo scusa a chi si è offeso, ma ho detto quello che penso”

Il fantasista spagnolo fa chiarezza dopo le parole rilasciate ieri

954
0
Fonte: transfermarkt.it
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo la bufera venutasi a creare nella giornata di ieri, il fantasista della Lazio Luis Alberto ha voluto fare chiarezza sui social in merito alle recenti dichiarazioni sul nuovo aereo biancoceleste e, di riflesso, sulla questione stipendi. A proposito dell’ultima uscita, definita da molti come un vero e proprio attacco diretto nei confronti di Claudio Lotito, il mago – questo il soprannome attribuito dai tifosi laziali all’ex centrocampista del Liverpool – si è espresso con queste parole in una breve diretta sul suo profilo Instagram:

“Sono amareggiato e dispiaciuto per quello che è successo, vorrei chiarire un paio di cose. Innanzitutto chiedo scusa alla gente che si è sentita offesa, non era mia intenzione parlare soltanto di soldi in un momento così delicato. D’altronde, noi come squadra siamo stati i primi a rinunciare ad un mese di stipendio. Personalmente, anche io sono cresciuto tra otto fratelli, in una situazione particolare. Io ho sempre dato il massimo per la Lazio, dove penso che resterò almeno fino all’anno prossimo, ma rimarco un concetto che ho sempre chiarito: non sono e non posso essere laziale come altri, nonostante sia qui da quattro anni. Ribadisco, ho sbagliato il momento per parlare di queste cose, ma dico che bisogna migliorare su tutta la linea, e anche la società ne deve essere consapevole. So di aver fatto una ca…ta, ma sento di aver detto quello che penso. Queste cose succedono sempre, con i compagni o anche con il mister, con cui talvolta non siamo d’accordo su qualcosa, ma l’importante è che tutto resti sul campo. Forza Lazio, dobbiamo lavorare tutti insieme, speriamo di poter festeggiare ancora qualche altro titolo da qui in avanti.”

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.