Home News Zanetti: “Rispettiamo la Salernitana… ma non temiamo nessuno”

Zanetti: “Rispettiamo la Salernitana… ma non temiamo nessuno”

Le parole nella conferenza stampa pre-gara del tecnico del Venezia Paolo Zanetti. L'ex tecnico dell'Ascoli sarà assente causa squalifica

566
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Al termine della seduta di rifinitura di questo pomeriggio, mister Dionisi, nella consueta conferenza stampa pre-gara, ha analizzato la partita che vedrà il Venezia affrontare la Salernitana al “Penzo”:

«Domani non potrò essere in panchina, data la squalifica, ma ci saranno l’Allenatore in Seconda Bertolini, il collaboratore Tecnico Soncin ed il preparatore dei portieri Lotti, quindi siamo assolutamente coperti da questo punto di vista. A Cosenza abbiamo patito un pò la stanchezza dovuta alle tante partite ravvicinate che abbiamo dovuto disputare, e magari si è notato soprattutto perchè noi puntiamo molto su determinati aspetti tecnici e di brillantezza. Per preparare la partita con la Salernitana abbiamo avuto qualche giorno in più rispetto alle ultime gare, e questo ha sicuramente dato modo a qualche giocatore di poter recuperare. Giocando però nuovamente mercoledì, non posso non pensare di dover mettere in campo qualche forza fresca, anche perchè ci aspetta una partita fisica e molto dura. In questo momento la stanchezza si sta facendo sentire in tutte le squadre, basti pensare a quanti pareggi ci sono stati nell’ultimo turno di campionato. Noi però siamo un gruppo forte, perchè chi è stato chiamato in causa ha sempre fatto bene. La nostra tenuta fisica è buona perchè vedo che i ragazzi recuperano bene dagli sforzi profusi in partita, però in un momento così intenso chi subentra può davvero fare la differenza.»

Sulla Salernitana: «Ad inizio campionato avevo sicuramente ipotizzato la Salernitana nel gruppone di squadre che può giocarsi le prime posizioni. Sta facendo un girone di andata straordinario, sono primi in classifica ed ha valori importanti, dimostrandosi sempre molto concreta e pratica. I granata sanno fare gol e subiscono poco e se si trova in questa posizione significa che se lo merita. Nutro grande rispetto per loro ma come sempre non temiamo nessuno. Abbiamo studiato i loro punti di forza ed i loro pochi difetti, ammesso che ne abbiano, e cercheremo quindi di fare la nostra partita mettendo in campo la nostra filosofia di gioco. Noi nelle ultime uscite abbiamo creato qualche occasione da rete in meno, pur creandone più di molte altre squadre, ma è altrettanto vero però che da due partite non prendiamo gol e quindi sotto questo profilo siamo migliorati. La nostra duttilità offensiva può mettere in difficoltà gli avversari nel preparare la partita perchè abbiamo provato diverse varianti e poi decidiamo in base alla strategia di gara; le variabili sono molte, e possono mutare anche a partita in corso.»

Articolo precedenteVenezia-Salernitana, Castori ne convoca 24: ai box Dziczek, si rivede Antonucci
Articolo successivoVenezia, i convocati “anti” Salernitana: fuori in due
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.