Home Calciomercato Rebus terzino sinistro, per la fascia destra spunta Rispoli

Rebus terzino sinistro, per la fascia destra spunta Rispoli

Priorità al terzino sinistro. Non si sblocca l'affare Pajac. Sullo sfondo, D'Elia e il giovane serbo Kamenovic. Per la fascia destra, si pensa ad Andrea Rispoli del Crotone

1810
0
GENOA, ITALY - SEPTEMBER 20: Andrea Rispoli of FC Crotone in action during the Serie A match between Genoa CFC and FC Crotone at Stadio Luigi Ferraris on September 20, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images) Fonte: sosfanta.calciomercato.com
Tempo di lettura: 3 minuti

A pochi giorni dal big match contro l’Empoli al “Castellani”, che ha già assunto i connotati di gara da non fallire, la Salernitana è ancora alla ricerca, più di tutto, di un terzino sinistro in grado di dare il cambio a Walter Lopez. Nessuna novità, al momento, sul fronte Pajac, profilo assai gradito a Castori e, di conseguenza, obiettivo numero uno per la fascia sinistra. La trattativa, ormai da più di una settimana, è entrata in una fase di stallo, dopo la richiesta di un ricco quadriennale giunta dall’entourage del calciatore. Un ostacolo non di poco conto che, manco a dirlo, può essere arginato soltanto mediante un importante esborso economico da parte della dirigenza granata. Sullo sfondo resta Alessandro Buongiorno, altro calciatore “molto caro” al mister marchigiano, le cui quotazioni appaiono, però, sempre più in ribasso. Più facile, eventualmente, arrivare a Salvatore D’Elia, esterno mancino di proprietà del Frosinone, con il giovane Nzita come alternativa. Incedibili, almeno per il momento, Liotti e Lisi. Possibile, manco a dirlo, l’affare fatto in casa con la Lazio, con il serbo Dimitrije Kamenovic, difensore ventenne in forza al Cukaricki, seguito con insistenza dal DS Tare. L’intento, infatti, sarebbe quello di tesserare il giovane terzino sinistro prima dell’estate per poi, eventualmente, girarlo in prestito proprio alla Salernitana per i prossimi sei mesi.

Novità per la fascia destra. Nelle ultime ore, infatti, ci sarebbe stato un contatto tra il direttore Fabiani e l’entourage di Andrea Rispoli, esterno destro di proprietà del Crotone. L’ex Lecce, già sondato all’inizio della stagione scorsa su precisa indicazione di Gian Piero Ventura, ma che preferì trasferirsi proprio in Salento per giocarsi le sue chance in massima serie, attualmente è ai margini della compagine di Stroppa, sempre più a rischio dopo il momentaneo ultimo posto in classifica. Ad ora, non sembra si sia andato oltre un semplice pour parler. La sensazione è che, eventualmente, si approfondirà il discorso nelle battute finali del mercato. Da non escludere, inoltre, un ritorno di Djavan Anderson, ufficialmente escluso dalla lista della Serie A dal tecnico biancoceleste e in cerca di una sistemazione.

Per la mediana, oltre a Del Pinto, si continua a lavorare per Giovanni Crociata, ufficialmente richiesto da Castori alla dirigenza granata. il centrocampista 23enne scuola Milan è un calciatore duttile, capace di disimpegnarsi sia da play basso che da mezzala. L’ex Carpi, che tra l’altro gode dello stato di under, rappresenterebbe un rinforzo di spessore per la categoria, sebbene il discorso, per ora, non sia stato ancora approfondito. Occhio, però, al consueto cordone ombelicale con mamma Lazio, con Sofian Kiyine che, dopo un leggero flirt con il Vicenza non concretizzatosi, sarebbe pronto al ritorno all’ombra dell’Arechi.

In avanti, a proposito di cordoni ombelicali, nelle ultime 24 ore si sono intensificati i contatti tra Claudio Lotito e l’entourage di Raul Moro, attaccante classe 2002 ai margini della rosa di Simone Inzaghi. Il co-patron granata spinge per portare in prestito a Salerno lo spagnolo, ma attualmente il calciatore (autore di 6 reti in altrettante uscite con la Primavera biancoceleste di Menichini) è piuttosto restìo ad un trasferimento all’ombra dell’Arechi, dove non sarebbe certo di avere minutaggio da titolare. Si raffreddano, intanto, le piste Di Gaudio e Carretta, per il quale il Cosenza continua a fare ostruzionismo. Definivamente scartata, invece, quella che porta a Tumminello dell’Atalanta. Praticamente impossibile, inoltre, arrivare a Stefano Pettinari, sempre più vicino alla Cremonese.

Capitolo uscite: la dirigenza granata è chiamata obbligatoriamente a sfoltire la lista del 18 over che, al momento, presenta persino due esuberi. Tra i papabili, oltre agli epurati Micai (sondato da Vicenza e Reggina) e Guerrieri (cercato con insistenza dalla Viterbese), ci sono Karo, Veseli e almeno uno tra Gondo e Giannetti. Da valutare anche le posizioni dei giovani Antonucci, che potrebbe far ritorno a Roma, e Barone, fin qui mai sceso in campo con la maglia della Salernitana al pari di Iannoni, sempre più vicino alla Juve Stabia. Vespe che sarebbero sulle tracce anche di Marco Firenze, il cui ritorno (solo di passaggio) a Salerno appare sempre più probabile dopo un pessimo semestre vissuto con la maglia del Novara.

Articolo precedenteUnione Sportiva Salernitana 1919: fenomenologia di un simbolo
Articolo successivoIl mercato delle altre di B, il punto del 12 gennaio
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.