Home Calciomercato Attacco granata, spuntano Moncini ed Esposito. Terzino sinistro in stand-by

Attacco granata, spuntano Moncini ed Esposito. Terzino sinistro in stand-by

Strada in netta salita per l'attaccante del Benevento, già cercato (invano) dodici mesi fa. Piace anche il classe 2002 di proprietà nerazzurra, seguito da molte squadre cadette. Si raffredda l'asse con la Lazio

1233
0
Tempo di lettura: 3 minuti

Due nomi nuovi per l’attacco della Salernitana. Si tratta di Gabriele Moncini, centravanti del Benevento, e di Sebastiano Esposito, punta in forza alla Spal di proprietà dell’Inter. Il primo, calciatore di assoluto livello per la cadetteria, fin qui ha trovato pochissimo spazio alla corte di mister Inzaghi, disputando appena 7 presenze in Serie A. Per arrivare all’ex Cittadella il percorso resta comunque drasticamente in salita, considerando il pesante investimento che la società granata dovrebbe compiere per aggiudicarsi il calciatore pistoiese, elemento che senza dubbio rappresenterebbe il colpo ad effetto dell’intero mercato cadetto. Dal sodalizio sannita è arrivata, puntuale, anche la classica smentita di rito. Esposito, invece, arriva da un’esperienza molto al di sotto delle aspettative a Ferrara: appena 10 partite e un solo gol per l’enfant prodige di proprietà nerazzurra, che potrebbe fare ritorno a Milano per essere girato in prestito ad un’altra formazione cadetta. Il Pescara resta da tempo in pole per il classe 2002 stabiese, ma anche Venezia e Salernitana potrebbero proporsi nei prossimi giorni.

Per l’attacco il nome più raggiungibile resta Carretta, nonostante il temporaneo muro eretto dal Cosenza, mentre può considerarsi quasi tramontata la pista Di Gaudio. Pettinari resta un profilo difficile da raggiungere – come Moncini d’altronde -, nonostante nelle ultime 24 ore sembrerebbe essersi arenata la trattativa tra l’attaccante del Lecce e la Cremonese, soprattutto a causa delle elevate pretese economiche del calciatore. Sullo sfondo resta il nome di Tumminello, per il quale la Salernitana non ha mai spinto in maniera significativa.

Totale stallo anche per quanto riguarda il capitolo terzino sinistro. La Salernitana tiene in stand-by la pista Pajac (per il quale il problema resta l’ingaggio alto), mentre ad oggi risulta complicato arrivare a Lisi e Liotti. La Reggina ha proposto al club di via Allende Gabriele Rolando, ma l’ex Sampdoria non è un nome che al momento fa gola alla Salernitana. Sullo sfondo restano D’Elia del Frosinone e il giovane Nzita del Pescara (ma di proprietà del Perugia), mentre si spegne sul nascere la possibilità dell’arrivo del giovane serbo Kamenovic via Lazio: il club biancoceleste ha bloccato il ventenne del Cukaricki, ma il calciatore arriverà solo in estate. Si allontana anche Djavan Anderson, vicino ad un trasferimento in prestito al Crotone: il mancato approdo in granata dell’esterno olandese consolida la posizione di Casasola, che è seguito dal Cosenza (e molto apprezzato da mister Occhiuzzi) ma non partirà, almeno fino a che la Salernitana non trovi un valido sostituto. L’arrivo di Anderson in Calabria potrebbe sbloccare un movimento di Rispoli, che è in uscita dal club rossoblù ed è seguito dalla società granata, sebbene l’agente abbia smentito.

In mediana la priorità di Castori resta Crociata (ad oggi molto difficile da raggiungere), mentre il Benevento ha messo in lista di sbarco Del Pinto, che la scorsa settimana ha aperto all’ipotesi di un trasferimento a Salerno. Sullo sfondo restano Laribi e Kiyine, con quest’ultimo che è stato sondato dal Frosinone. Salernitana chiamata anche a cedere calciatori, al fine di liberare posti in lista over. Gondo ha diverse pretendenti (Pisa, Ascoli e Cittadella), mentre Karo e Giannetti piacciono al Pescara. La Reggina, tesserando Nicolas, si è defilata dalla corsa per Micai, sul quale resta il solo Vicenza, mentre Guerrieri piace in Serie C a Viterbese, Foggia e Juve Stabia. Il club gialloblù ha definito il prestito del giovane Iannoni, ed è interessato anche a Firenze. Da valutare la posizione degli under Barone e Antonucci, così come quelle di Dziczek e Schiavone: per i due centrocampisti, però, ogni discorso sarà rimandato alla prossima settimana, vista la forte emergenza in mediana con cui Castori si troverà a fare i conti in quel di Empoli.

Articolo precedenteIl mercato delle altre di B, il punto del 12 gennaio
Articolo successivoSalernitana, Kiyine si annuncia sui social: “Tutto è scritto…”
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.