Home Editoriale “Empoli più forte, domenica sera servirà una Salernitana concentrata e determinata”

“Empoli più forte, domenica sera servirà una Salernitana concentrata e determinata”

Per il presidente provinciale della Figc, Enzo Faccenda, la gara di Empoli sarà particolarmente difficile per la Salernitana che dovrà sfoderare una prestazione perfetta per fare punti

82
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La breve sosta è già alle spalle. La serie B sta per riprendere la sua corsa e per la Salernitana c’è subito un impegno di prestigio e di grande difficoltà, al tempo stesso. Domenica sera, infatti, la squadra di Castori sarà di scena in casa dell’Empoli, che ha conquistato la vetta della classifica grazie anche ai due scivoloni in successione di cui si è resa protagonista la formazione granata. Da un lato, c’è il campo e, dall’altro, il mercato. Ne abbiamo parlato con Enzo Faccenda, presidente provinciale della Figc.

E’ la partita della verità per le ambizioni della Salernitana?

“Dobbiamo essere realisti ed onesti. E’ vero che la Salernitana è reduce da due sconfitte di fila, ma a Castori ed alla squadra non vanno tolti in alcun modo i meriti per quanto finora sono stati in grado di fare. I trentuno punti e la seconda posizione in classifica dimostrano la grandezza del lavoro svolto, specie se si rapportano alle caratteristiche ed alla qualità dei calciatori a disposizione”.

E dunque?

“Sarà una partita difficile in cui la Salernitana affronterà una compagine che le è superiore. Per me non ci sono dubbi su questo. L’Empoli è più forte della Salernitana, ha un gioco ed una identità ben precisi che sono il marchio di fabbrica di un allenatore, quale Dionisi, su cui la società toscana ha investito, credendo nelle qualità di questo giovane tecnico. Per me è uno dei più bravi della categoria e con l’Empoli si sta confermando dopo aver fatto già vedere cose interessanti a Venezia. L’Empoli ha nella promozione diretta un obiettivo esplicito, ha allestito una rosa competitiva e non per niente è primo. Sarà, pertanto, una partita molto difficile per la Salernitana che, per giunta, vi arriverà con un organico incompleto per le defezioni di Capezzi e Di Tacchio”

Ci sarà Coulibaly in compenso. Basterà?

“Non so se basterà, nel senso che non sono al corrente di quali siano le intenzioni del tecnico in merito alle scelte di formazione. Indubbiamente, il centrocampista dell’Udinese è un buon rinforzo per Castori, ma mi sarei aspettato un intervento più deciso e tempestivo sul mercato da parte della società. Sapendo delle assenze di due calciatori e dovendo la squadra affrontare la capolista, mi sarei aspettato anche un altro innesto in tempi rapidi”.

In che ruolo?

“Sicuramente nel ruolo di esterno sinistro nel quale la Salernitana si ritrova col solo Lopez. Credo che in quella zona di campo serva un altro tassello e sarebbe stato opportuno, a mio parere, che Castori lo avesse avuto in dote già per la ripresa del campionato. Magari arriverà in extremis. Vedremo”.

Che partita sarà ad Empoli?

“L’Empoli è una bella squadra, forse gioca meglio fuori rispetto a quando si esibisce in casa. Sicuramente, servirà una Salernitana molto attenta e concentrata per fare risultato. Sarà importante concedere poco alla squadra di Dionisi che ha tante soluzioni offensive e che sta acquisendo sempre più fiducia nei suoi mezzi”.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.