Home News Salernitana, c’è il Pescara per rilanciarsi: Castori con il 3-5-2 contro il...

Salernitana, c’è il Pescara per rilanciarsi: Castori con il 3-5-2 contro il grande ex Breda

Il tecnico granata schiera i suoi a specchio, rilanciando Mantovani e Bogdan in difesa. Breda ripropone l'ex Maistro tra i titolari

202
0
Tempo di lettura: 3 minuti

Dieci gol subìti, zero segnati e tre sconfitte da cancellare. Con questo spirito la Salernitana di Castori affronta il Pescara all’Arechi, per l’ultima giornata del girone d’andata di Serie B. I granata, quinti in classifica con 33 punti (ma ad un tiro di schioppo dalla promozione diretta) puntano a riscattarsi dopo le tre gare perse contro Monza, Pordenone ed Empoli, che sembrano aver tolto tutte le certezze maturate in un inizio stagione condotto oltre ogni aspettativa. Di fronte c’è una formazione, quella del grande ex Roberto Breda, chiamata a risalire la china e uscire da una situazione di classifica piuttosto complessa: la cura dell’ex capitano granata ha dato parziali frutti dopo un avvio da horror sotto la gestione Oddo, ma il Delfino resta al terzultimo posto in graduatoria con appena 16 punti, e con 30 gol subìti mantiene la seconda peggior difesa del torneo.

Alla Salernitana il compito di rialzare la testa e far valere la differenza in classifica, per “girare” nel migliore dei modi in vista della seconda metà campionato: indipendentemente dal match odierno, il girone d’andata condotto dalla banda Castori resta il migliore dell’era cadetta targata Lotito-Mezzaroma, ma concludere a quota 34 costituirebbe un piccolo grande capolavoro, considerando le potenzialità di un organico sulla carta largamente inferiore rispetto a quello di molte dirette concorrenti.

Per quanto concerne le scelte di formazione, Castori dovrebbe nuovamente affidarsi al 3-5-2, con diverse novità tra gli interpreti. Davanti a Belec, sarà Gyomber a guidare il terzetto difensivo, con Mantovani e Bogdan come braccetti laterali; il croato parte leggermente favorito nel ballottaggio con Aya. In mediana il tecnico ritrova Di Tacchio e Capezzi, che avranno spazio dal primo minuto: l’ultimo posto nel terzetto nevralgico sarà appannaggio di uno tra Coulibaly e Cicerelli, che potrebbe adattarsi nel ruolo di mezz’ala sinistra. Sulle corsie laterali Casasola e Lopez, in avanti ancora il tandem Tutino-Djuric, chiamato a ritrovare il gol dopo un digiuno immenso: la coppia offensiva è andata in gol l’ultima volta il 21 dicembre nel successo casalingo in rimonta contro la Virtus Entella. Da lì in poi, oltre 360 minuti a secco. In casa granata mancano gli squalificati Dziczek e Anderson, oltre al lungodegente Lombardi. Fuori per scelta tecnica Karo, Micai e l’ex di turno Antonucci. In tribuna l’ultimo arrivato Durmisi, ufficializzato nella giornata di ieri.

Su sponda ospite, Breda dovrebbe confermare il 3-5-2 abituale, con qualche novità tra gli uomini. Il tecnico di Treviso recupera Balzano, Bocchetti, Asencio e Drudi, e può contare sugli ultimi arrivati Machin, Sorensen e Odgaard. Tra i pali agirà Fiorillo, mentre in difesa peserà l’assenza di Scognamiglio per squalifica: a guidare la linea difensiva, salvo acciacchi eccessivamente pesanti, dovrebbe essere Bocchetti, coadiuvato da Guth sul centro-destra e dall’ex granata Jaroszynski come braccetto mancino. In mediana Valdifiori riavrà le chiavi del centrocampo dopo la parentesi da difensore centrale in emergenza nella gara persa con la Cremonese. Ai lati dell’ex Toro ci saranno l’altro ex granata Maistro e Omeonga. Quest’ultimo, però, deve guardarsi dalla concorrenza di Memushaj e di Busellato, altro ex della partita. Sulle corsie laterali agiranno Bellanova a destra e Masciangelo a sinistra, mentre, nonostante le novità tra recuperi e mercato, in attacco non dovrebbe cambiare nulla: starà a Galano e Ceter impensierire la retroguardia granata. Pronti a gara in corso Machin, Asencio e Odgaard. Ai box gli infortunati Capone e Antei, fuori Crecco per scelta tecnica.

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyomber, Mantovani; Casasola, Coulibaly, Di Tacchio, Capezzi, Lopez; Tutino, Djuric. A disposizione: Adamonis, Guerrieri, Aya, Sy, Veseli, Schiavone, Iannoni, Gondo, Cicerelli, Barone, Giannetti. Allenatore: Castori.

PESCARA (3-5-2): Fiorillo; Guth, Bocchetti, Jaroszynski; Bellanova, Omeonga, Valdifiori, Maistro, Masciangelo; Galano, Ceter. A disposizione: Alastra, Radaelli, Balzano, Drudi, Nzita, Sorensen, Busellato, Fernandes, Memushaj, Machin, Asencio, Odgaard, Vokic. Allenatore: Breda.

ARBITRO: Valerio Marini di Roma 1. Assistenti: Palermo – Massara. IV Uomo: Marchetti.

Porte chiuse. Fischio d’inizio ore 16:00, diretta DAZN.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.