Home News Sottil: “La Salernitana è una corazzata costruita per vincere”

Sottil: “La Salernitana è una corazzata costruita per vincere”

Verso Ascoli-Salernitana, le parole nella conferenza stampa pre-match del tecnico bianconero Andrea Sottil

812
0
Sottil
Fonte: Picenotime.it
Tempo di lettura: 2 minuti

Al termine della seduta di rifinitura, il tecnico dell’Ascoli, Andrea Sottil, in conferenza stampa ha presentato la prossima gara di campionato di domani, che vedrà i bianconeri affrontare la Salernitana al “Del Duca”. Queste le parole dell’ex tecnico del Pescara alla vigilia del match:

«Domani ci sarà un Ascoli arrabbiato positivamente. Con la Reggiana abbiamo giocato una delle migliori partite della mia gestione, se non la migliore, ma per assurdo abbiamo perso. Ci siamo confrontati coi ragazzi alla ripresa degli allenamenti, abbiamo rivisto la gara e le situazioni che abbiamo gestito molto bene e quelle in cui potevamo essere più precisi. Sono portato a pensare che quando non arrivano i risultati è sempre responsabilità nostra, al di là del fatto che la squadra abbia giocato una grandissima partita. In settimana abbiamo lavorato con grande intensità e applicazione, andando a perfezionare le situazioni di gioco che vanno migliorate. Da parte dei ragazzi ho visto la giusta tensione e molto entusiasmo.»

Sulle defezioni di Bidaoui e Kragl: «Alle squalifiche si aggiungono le assenze di Bidaoui, che pensavamo di recuperare dalla lussazione alla spalla, e Kragl, che in allenamento ha fatto un movimento che gli ha creato un fastidio al ginocchio, niente di grave, la prossima sarà dentro. Chi sceglierò dall’inizio, così come chi subentrerà, sono certo che sarà all’altezza.»

Infine, sulla Salernitana: «La Salernitana è un’altra corazzata costruita per vincere il campionato, ha in rosa giocatori di ottima qualità, esperienza, fisicità. L’Ascoli oggi ha una identità ben precisa, non lo dico io ma il campo e i risultati ottenuti dai ragazzi. Dobbiamo continuare su questa strada. Abbiamo ricominciato la settimana dicendoci che a Reggio Emilia deve essere mancato qualcosa se non abbiamo raccolto i tre punti e, quindi, ce li dobbiamo riprendere domani. Dobbiamo giocare sempre e solo per vincere, rispettando l’avversario ma pensando a noi, a quello che siamo diventati e a quello che possiamo ancora migliorare. Domani ci aspetta un’ulteriore battaglia da affrontare dal 1’ al 100’ per cercare la vittoria.»

Articolo precedenteAscoli, i convocati “anti Salernitana”: Sottil perde due pedine importanti
Articolo successivoAscoli: determinazione e qualità offensiva per domare i granata
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.