Home News Tutino show, ad Ascoli è 2-0 per la Salernitana. Ma è ansia...

Tutino show, ad Ascoli è 2-0 per la Salernitana. Ma è ansia per Dziczek

328
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La Salernitana espugna il “Del Duca” di Ascoli per 2-0. Mattatore Gennaro Tutino, autore di una doppietta. Ma i granata sono in ansia per Dziczek, che all’85’ ha lasciato il campo (da cosciente) in ambulanza per un malore.

La Salernitana affronta l’Ascoli in una trasferta impegnativa, nonostante la deficitaria classifica dei marchigiani, valevole per la 24/a giornata di Serie B 2020/2021. Neanche 120 secondi dopo, però, la squadra di Castori mette in discesa la partita. Rimessa laterale lunga di Jaroszynski, sponda di Gondo e clamoroso errore dell’ascolano D’Orazio che di testa serve Capezzi, il quale appoggia per Tutino che da due passi butta in rete il pallone del vantaggio granata.

La Salernitana prova ad approfittare del momento e al 7′ sfiora il raddoppio. Sulla destra, uno-due tra Casasola e Tutino, conclusione dell’italo-argentino e il portiere dell’Ascoli Leali compie un intervento decisivo. Tre minuti dopo, ancora una grande rimessa laterale di Jaroszynski semina il panico in area ascolana. Palla lunga del polacco, sponda di Coulibaly e girata repentina di Gondo con Leali che si ritrova il pallone tra le mani.

Il raddoppio, meritatissimo, arriva al 23′. Ed è tutta farina del sacco di Gennaro Tutino. L’ex Napoli ruba palla a un ingenuo Quaranta, entra in area dalla destra e serve al centro. La sfera è intercettata da Brosco, ma il rimpallo è ancora favorevole a Tutino che, con un delizioso esterno destro, la mette in buca d’angolo laddove Leali non può proprio arrivare.

Al 32′, il primo “pericolo” corso dalla Salernitana. Punizione di Sabiri, colpo di testa di Brosco ma Adamonis si fa trovare pronto. L’Ascoli prova a farsi vedere nel finale del primo tempo, ma la Salernitana controlla in scioltezza e si va a riposo con i granata avanti per 2-0.

Ripresa e Sottil rivoluziona l’Ascoli mandando in campo Mosti, Pinna e Parigini in luogo di D’Orazio, Eramo e Sabiri. Al 52′, però, è la Salernitana a sfiorare il 3-0. Filtrante di Casasola per Tutino con quest’ultimo che ubriaca con un paio di finte Quaranta prima di scoccare un destro che coglie in pieno la traversa. Al 65′, si fa pericoloso l’Ascoli con Dionisi. L’ex di turno prima conclude dall’interno dell’area trovando l’opposizione di Gyomber (con gli ascolani che chiedono un rigore per un possibile fallo di mano dell’ex Perugia) poi tira di sinistro ma Adamonis respinge senza problemi.

All’85’, il gelo. Patrick Dziczek, entrato da poco, si affloscia a terra. Subito interviene l’ambulanza e si rivive l’episodio che ha frenato il polacco lo scorso settembre. Il centrocampista granata però rimane vigile e sale sul mezzo di soccorso.

La partita riprende con un maxi recupero ma la testa delle due squadre è altrove. La partita si chiude al 104′, con la Salernitana che espugna Ascoli per 2-0 grazie a una doppietta di Gennaro Tutino.

ASCOLI-SALERNITANA 0-2 (0-2)

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Pucino, Brosco, Quaranta, D’Orazio (46′ Mosti); Eramo (46′ Pinna), Buchel (64′ Danzi), Saric; Sabiri (46′ Parigini); Dionisi, Bajic (64′ Cangiano). A disp: Sarr, Venditti, Corbo, Avlonitis, Stoian. All: Sottil
SALERNITANA (3-5-2): Adamonis; Aya, Gyombér, Mantovani; Casasola, Coulibaly (69′ Djuric), Di Tacchio, Capezzi (72′ Dziczek), Jaroszynski (72′ Veseli); Tutino, Gondo (64′ Kiyine). A disp: Guerrieri, Sy, Schiavone, Anderson, Antonucci, Barone, Cicerelli, Kristoffersen. All: Castori

Marcatori: 2′ Tutino, 23′ Tutino

Arbitro: Abbattista della sezione di Molfetta

Note – Ammoniti: Sabiri (A), Coulibaly (S), Gyomber (S), Veseli (S)

Articolo precedentePaura per Patryk Dziczek
Articolo successivoOttima prestazione dei granata, solidi ma anche più incisivi in fase offensiva