Home Editoriale DI TACCHIO AI MICROFONI DI DAZN

DI TACCHIO AI MICROFONI DI DAZN

Il capitano granata esorta la squadra a non mollare, dando il massimo durante il secondo tempo contro la Reggiana

209
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Al Mapei Stadium di Reggio Emilia si sta giocando la partita valevole come 25/a giornata di campionato tra Reggiana e Salernitana.

I padroni di casa sono reduci da un risultato importante maturato la scorsa settimana in casa del Cittadella, battuto per 3 a 0. Questa sera la formazione di Alvini è partita con grinta e velocità, soprattutto, durante i primi venti minuti di gioco. Adamonis – l’estremo difensore della Salernitana – è stato bravo a deviare in angolo l’unica vera palla gol della partita, calciata da Mazzocchi al 27′ minuto. Per il resto, le due compagini, che questa sera hanno aperto le danze della sesta giornata del girone di ritorno, non stanno entusiasmando oltre modo, presentando un gioco particolarmente farraginoso ed, a tratti, molto ingessato.

Allo scadere della dei primi 45 minuti di gioco è FRANCESCO DI TACCHIO – il capitano granata – a concedersi ai microfoni di Dazn, ammettendo:

“La partita che stiamo disputando è molto importante, ci stiamo giocando tanto. Non dobbiamo disunirci e lasciare spazi per le ripartenze della Reggiana”.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Articolo precedenteSalernitana, accadde il 26 febbraio
Articolo successivoLa Salernitana si sveglia tardi, con la Reggiana è 0-0
Ciao a tutti! Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, natia della bellissima città di Salerno. Da ormai non poco tempo sono espatriata nel territorio Ligure, in quel di Genova. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature e cerco sempre tanta positività nelle mie giornate, anche quando, il cielo sembra totalmente buio, credo che, avere la possibilità di vivere e apprezzare ogni attimo a propria disposizione, sia un dono preziosissimo che, mai andrebbe dato per scontato e sottovalutato. Posso definire la mia vita alquanto piena e soddisfacente. In primis, sono la mamma di una splendida bambina di nome Martina, inoltre, da qualche anno lavoro come insegnante di scuola primaria, pratico la pallavolo dall'età adolescenziale ed ho una smisurata passione - trasmessami da mio padre - per LA SALERNITANA. Tra i miei principali hobby rientrano: lo scrivere, l'andare in bicicletta, il calisthenics, la musica... credo che coltivare le proprie passioni, rientri tra le più importanti spinte motivazionali che, ognuno di noi possa avere per stare bene con se stessi e con gli altri. La benzina delle mie scelte di vita, nasce dall'espressione: " VOLERE è POTERE"!!!