Home News SPAL, la Curva Ovest chiede maggiore impegno alla squadra: il comunicato e...

SPAL, la Curva Ovest chiede maggiore impegno alla squadra: il comunicato e le ultime news

L'incontro tra gli ultras della Curva Ovest e i calciatori della Spal dopo il difficile momento attraversato dagli uomini di Marino

965
0
Fonte: gonfialarete.com
Tempo di lettura: < 1 minuto

Nel momento senz’altro più difficile attraversato dalla compagine ferrarese in questa stagione, gli ultras della Curva Ovest hanno chiesto e ottenuto un incontro con giocatori e staff per questa mattina. Due, fondamentalmente, i concetti ribaditi alla squadra: incondizionato sostegno, seppur a distanza, e la famosa “maglietta sudata” ad ogni fine partita. Di seguito, il comunicato diffuso sulla pagina Facebook ufficiale:

«Non possiamo esserci, ma ci fossimo stati, probabilmente alla prossima partita avremmo fatto una coreografia col significato di quella che appare nella foto. Questa mattina, facendoci interpreti del sentimento di molti tifosi, abbiamo incontrato la squadra perchè, anche se fisicamente non siamo presenti sui gradoni della Ovest, i nostri colori e la nostra maglia non li abbiamo dimenticati e pretendiamo, come sempre, che vengano onorati. E questo la squadra lo doveva sapere. Nessuna flagellazione pubblica, nessuna considerazione tecnica, nessuna accusa: noi ci siamo, siamo sempre al vostro fianco, ma da oggi vogliamo di più, di più dal vostro cuore ancor prima dei risultati utili.

Forza S.P.A.L. COMBATTI PER NOI!»

Intanto, la compagine guidata da Pasquale Marino si è ritrovata questa mattina sul campo di allenamento per sostenere l’unica sessione in vista della gara di martedì contro la Salernitana all’Arechi. Lavoro di scarico per i calciatori scesi in campo ieri al “Mazza” , esercizi tecnico-tattici, invece, per chi è rimasto a riposo. L’ex tecnico dell’Empoli dovrà sicuramente fare a meno di Floccari e Missiroli, infortunati, e di Luca Mora, espulso per doppia ammonizione nel match contro la Reggina.

Articolo precedentePrimavera 2: la Salernitana esonera Rizzolo e promuove Procopio
Articolo successivoSalernitana Primavera, sintomatologia di un disastro annunciato
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.