Home News Salernitana-Spal, sfida playoff all’Arechi: Castori rilancia Djuric, Marino a specchio con il...

Salernitana-Spal, sfida playoff all’Arechi: Castori rilancia Djuric, Marino a specchio con il 3-5-2

Il trainer marchigiano recupera Belec tra i pali e inserisce il bosniaco di fianco a Tutino. Tante novità per il tecnico biancazzurro, che si gioca la panchina

509
0
Tempo di lettura: 3 minuti

È appena iniziato marzo, ma si respira già aria di playoff. All’Arechi va in scena l’importantissimo scontro diretto tra Salernitana e Spal, certamente una delle gare più interessanti offerte dal programma della ventiseieima giornata di Serie B. Di fronte la formazione di Castori, quarta in classifica con 42 punti, e la squadra di Marino, ottava a quota 37. Due compagini che si affrontano in quello che, dati alla mano, è senza mezzi termini un antipasto in chiave spareggi: la Salernitana sta stupendo tifosi e addetti ai lavori, e fin qui è riuscita – pur senza un gioco spumeggiante né di qualità – a mantenersi nelle zone nobili della classifica; la Spal, anche se alle prese con un momento di forte difficoltà, è certamente tra le formazioni più quotate in ottica promozione, pur se distante 8 punti dal Venezia.

I lagunari, vincendo nell’anticipo con la Reggiana, hanno temporaneamente superato il Monza, e la Salernitana vuole restare al passo: i granata di Castori arrivano dal pareggio ottenuto venerdì sera proprio a Reggio Emilia, risultato che ha consentito a Tutino e compagni di allungare a 7 la striscia dei risultati utili consecutivi. Cinque di questi, però, sono stati pareggi. Insomma, il rendimento dei granata appare in flessione rispetto agli ottimi standard del girone d’andata. Dall’altra parte, invece, arriva una Spal in piena crisi: il pesante 4-1 subìto sabato in casa con la Reggina fa traballare la posizione di Marino, che con la gara odierna si gioca la permanenza in panchina. Ben 7 le gare consecutive senza vittoria in campionato per i biancazzurri, che non ottengono un successo dal lontano 2-0 interno del 18 gennaio ai danni della Reggiana.

Desiderosa di vendicare la sconfitta per 2-0 patita al Mazza (primo ko stagionale), la Salernitana si presenta al match di questa sera puntando sulla continuità. Appena due i cambi attesi nello scacchiere di Castori, il quale conferma il consueto 3-5-2. Tra i pali si rivedrà Belec, recuperato dopo il doppio forfait contro Ascoli e Reggiana. In difesa torna a disposizione Mantovani, ma sarà ancora Veseli a completare il terzetto arretrato al fianco di Aya e Gyomber. In mediana Di Tacchio sarà coadiuvato da Coulibaly sul centro-destra e Capezzi (favorito su Kiyine) come interno sinistro, mentre il tecnico darà nuovamente spazio a Casasola e Jaroszynski, incaricati di presidiare le corsie laterali. L’altro cambio avrà luogo in attacco, dove Djuric tornerà titolare al posto di Gondo. L’ariete di Tuzla farà coppia con l’inamovibile Tutino. Recuperato Anderson che va in panchina, indisponibili Guerrieri, Dziczek e Lombardi. Fuori per scelta tecnica Antonucci e Barone.

Spal notevolmente incerottata per la gara contro il cavalluccio. Assenze pesantissime per Marino, il quale deve fare a meno dello squalificato Mora (a segno lo scorso luglio all’Arechi con la maglia dello Spezia), oltre a rinunciare agli infortunati Floccari, Strefezza, Missiroli, Viviani e Seck. Il tecnico di Marsala abbandonerà il 4-3-1-2 proposto sabato contro la Reggina, optando per un 3-5-2, assetto a specchio con i padroni di casa. Tra i pali Berisha, mentre in difesa la notizia positiva è rappresentata dal recupero di Ranieri: sarà proprio il classe ’99 – virtualmente un giocatore granata la scorsa estate prima di un addio al veleno – a prendere posto sul centro-sinistra nel pacchetto difensivo. Di fianco a lui Vicari e Tomovic. In cabina di regia conferma per le geometrie di Esposito, autore dell’illusoria rete dell’1-3 nel match perso sabato contro gli amaranto. Il play stabiese sarà affiancato da Segre e Valoti come interni di centrocampo. Conferme sugli esterni, dove a destra agirà Dickmann (tra i migliori nel match d’andata), mentre Sala presidierà la corsia mancina. In avanti ancora spazio al tandem formato da Asencio e Paloschi.

Queste le probabili formazioni:

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Aya, Gyomber, Veseli; Casasola, Coulibaly, Di Tacchio, Capezzi, Jaroszynski; Tutino, Djuric. A disposizione: Adamonis, Micai, Mantovani, Sy, Durmisi, Bogdan, Schiavone, Kupisz, Kiyine, Boultam, Gondo, Cicerelli, Anderson, Kristoffersen. Allenatore: Castori.

SPAL (3-5-2): Berisha; Tomovic, Vicari, Ranieri; Dickmann, Segre, Esposito, Valoti, Sala; Asencio, Paloschi. A disposizione: Gomis, Thiam, Okoli, Spaltro, Sernicola, Murgia, Di Francesco, Moro, Tumminello. Allenatore: Marino.

ARBITRO: Massimiliano Irrati di Pistoia. Assistenti: Rossi – Perrotti. IV Uomo: Santoro.

Porte chiuse. Fischio d’inizio ore 19:00, diretta DAZN.

Articolo precedenteInconvenienti da trasferta, il pullman della Spal resta bloccato a Via Dalmazia
Articolo successivoTaccuino avversario – Mattioli (Lo Spallino.com): “SPAL, serve una svolta. E Marino si gioca la panchina. La Salernitana non mi stupisce e per il bene del calcio e dello sport…”
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.