Home News Salernitana, occasione sprecata. 0-0 col Cosenza in 10 per un tempo

Salernitana, occasione sprecata. 0-0 col Cosenza in 10 per un tempo

431
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La Salernitana impatta 0-0 con il Cosenza nella sfida valevole per la 28/a giornata di Serie B 2020/2021. I granata sciupano una grossa occasione, considerati i risultati delle dirette concorrenti (Monza in primis) in chiave promozione e dato che i silani hanno giocato in 10 quasi tutta la ripresa per l’espulsione di Petrucci.

Un’occasione per continuare a sognare, considerati i risultati del sabato pomeriggio. Questa è Salernitana-Cosenza, partita valida per la 28/a giornata di Serie B 2020/2021. Ma, allo stesso tempo, gara da non sottovalutare. E il Cosenza lo fa capire al 12′. Punizione da destra calciata da Petrucci, colpo di testa dell’ex Sciaudone e pallone a lato di un soffio.

Al 23′, ancora i silani pericolosi. Crecco sfonda sulla sinistra, ben servito da Gliozzi, e mette in mezzo un pallone teso sul quale Mbakogu non ci arriva per un soffio. Si tratta dell’unico episodio nel quale l’ex Carpi si mette in mostra, perché sette minuti dopo Mbakogu alza bandiera bianca per un problema muscolare. Al suo posto, entra Carretta. E quest’ultimo, al 30′, mette in area un cross preciso sul quale Gliozzi svetta di testa, trovando la prontissima risposta di Belec.

La Salernitana si rende pericolosa per la prima volta solo al 43′, costruendo una mezza occasione grazie a una sponda aerea di Djuric sugli sviluppi di una punizione, che vede Petrucci anticipare tutti prima del possibile intervento sottoporta di Gyomber. Si tratta dell’ultima emozione del primo tempo, che termina sul punteggio di 0-0.

Ripresa con due novità. Prima in casa Salernitana, con Kiyine al posto di Capezzi. Poi, dopo 2 minuti, Petrucci, già ammonito, interviene col gomito alto su Djuric in un duello aereo a centrocampo. Secondo cartellino giallo ed espulsione per il centrocampista del Cosenza, con i calabresi che restano così in 10.

Nella Salernitana entra anche Cicerelli per Jaroszynski, ma la prima “occasione”, nonostante la superiorità numerica arriva solo al 70′. Occasione si fa per dire, perché Djuric lavora un bel pallone Kiyine, ma l’italo-marocchino, dall’interno dell’area calcia un pallone telefonato a Falcone. 120 secondi dopo, Kiyine si divora letteralmente il vantaggio. Sugli sviluppi di una bella azione manovrata, Kupisz serve a Kiyine un rigore in movimento ma l’ex Chievo si fa ipnotizzare da Falcone.

Al 78′, è il Cosenza ad andare a un passo dal gol. Bordata dai 25 metri di Sciaudone su palla recuperata dopo errore di Coulibaly e palo pieno a Belec battuto. La successiva respinta di Gliozzi è facile preda del portiere sloveno.

Castori all’83’ rivoluziona la squadra con Gondo, Anderson e Durmisi dentro al posto di Tutino, Kupisz e Coulibaly. Ma i nuovi innesti non riescono a dare la scossa, nonostante cinque minuti di recupero. La Salernitana impatta 0-0 col Cosenza e spreca una clamorosa occasione per salire al secondo posto solitario in classifica.

SALERNITANA-COSENZA 0-0 (0-0)

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyombér, Veseli; Kupisz (83′ Anderson), Coulibaly (83′ Durmisi), Di Tacchio, Capezzi (46′ Kiyine), Jaroszynski (59′ Cicerelli); Tutino (83′ Gondo), Djuric. A disp: Adamonis, Mantovani, Sy, Schiavone, Boultam, Kristoffersen, Casasola. All: Castori
COSENZA (3-4-1-2): Falcone; Ingrosso, Antzoulas, Legittimo; Gerbo (81′ Corsi), Petrucci, Sciaudone, Crecco; Tremolada (51′ Kone); Mbakogu (30′ Carretta), Gliozzi. A disp: Saracco, Matosevic, Bahlouli, Trotta, Sacko, Bouah, Vera, Sueva. All: Occhiuzzi

Arbitro: Volpi della sezione di Arezzo

Note – Espulsi:
Petrucci (C) ; Ammoniti: Gerbo (C), Kiyine (S), Crecco (C)

Articolo precedenteEttore Gliozzi ai microfoni di Dazn: “dobbiamo contenere la pressione granata”.
Articolo successivoBene Veseli e Jaroszinski. Irritante Kiyine, Tutino svilito dal non gioco di Castori