Home News Taccuino avversario – Battaglia (Calabria7.it): “Salernitana-Cosenza, derby del Sud. Per entrambe trittico...

Taccuino avversario – Battaglia (Calabria7.it): “Salernitana-Cosenza, derby del Sud. Per entrambe trittico decisivo. Granata da promozione diretta con questa continuità. Su arbitri e multiproprietà…”

531
0
Tempo di lettura: 3 minuti

Oggi pomeriggio, con fischio d’inizio alle ore 16, la Salernitana sfiderà il Cosenza. L’ambiente calabrese è stato presentato dal giornalista Antonio Battaglia, della testata Calabria7.it, intervenuto giovedì scorso alla trasmissione “Amici Granata” di TvOggi. Queste le sue principali dichiarazioni.

Su che Cosenza vedremo all’Arechi e un giudizio sul mercato dei silani: “Si auspica di vedere una squadra col sangue agli occhi che vorrà gettare il cuore oltre l’ostacolo. Salernitana-Cosenza è un derby del Sud molto sentito. La Salernitana inizia questo trittico decisivo per tutte le squadre della cadetteria e vorrà iniziarlo vincendo contro un Cosenza molto in difficoltà, con emergenza in difesa per le squalifiche di Idda e Tiritiello e con Occhiuzzi costretto a reinventarsi il pacchetto difensivo. Una difesa che al momento è il fiore all’occhiello della squadra, questo perché l’attacco non è stato adeguatamente rinforzato a gennaio. Mbakogu è stata una scommessa del ds Trinchera che però non sta ripagando, Trotta è un ottimo calciatore, ha segnato nel derby con la Reggina e ha nella Salernitana una delle sue vittime preferite dato che le ha segnato contro quattro volte, ma se la squadra fatica a crescere si spegne anche lui. Quindi, paradossalmente, l’attacco si sta comportando peggio di inizio stagione. Comunque, dal mercato di gennaio sono arrivati anche Gerbo, Crecco e Tremolada, che saranno tutti titolari a Salerno. Così come saranno titolari Schiavi e Legittimo, due ex della partita. Schieramento? Sarà un 3-4-1-2, con Legittimo, Schiavi e Ingrosso a comporre il terzetto difensivo. A centrocampo, Gerbo e Crecco sulle fasce mentre in mezzo agiranno Koné e Petrucci, con quest’ultimo che dovrebbe avere la meglio nel ballottaggio con Sciaudone. Tremolada sarà il trequartista, con Gliozzi e Trotta in avanti. Sacko e Carretta sono infatti indietro nelle gerarchie“.

Su Carretta: “Carretta è rimasto nonostante il contratto in scadenza, sono in corso trattative per il rinnovo. Il presidente del Cosenza Guarascio attua una politica a piccoli passi e questo fa sì che per diversi calciatori si arrivi in scadenza, con alcuni che si innervosiscono e prendono altre strade“.

Su quanto accaduto all’andata (il giallo del Cosenza che in un paio di minuti giocò in 12): “Il Cosenza ha altri pensieri rispetto a quanto accaduto all’andata. La squadra silana ha provato una pioggia di ricorsi, ma senza avere esiti positivi. Quindi, deve essere concentrata in questo trittico che culminerà nello scontro decisivo con la Reggiana“.

Su se eventualmente questa partita possa essere decisiva per il tecnico del Cosenza Occhiuzzi: “Decisiva per Occhiuzzi non credo, proprio per la presenza del turno infrasettimanale. Ipotesi al suo posto comunque non ce ne sono“.

Su Tutino e Casasola, ex di turno: “Tutino e Casasola sono calciatori molto amati a Cosenza. Quest’ultimo fu decisivo nella cavalcata salvezza dello scorso anno. Tutino fu protagonista della promozione e della prima salvezza in Serie B. Il gol dell’ex dell’andata ha ferito leggermente ma non ha scosso più di tanto l’amore dei tifosi cosentini verso questo calciatore“.

Su Ferraro, esonerato dalla Primavera del Cosenza: “L’esonero è arrivato a causa di un rendimento altalenante ed è stato inevitabile dopo quattro sconfitte consecutive. Si è optato quindi per Antonio Gatto“.

Sugli arbitri: “Arbitri? Sono tutti scontenti in Serie B, quindi paradossalmente possiamo dire che ci sia una parità di trattamento“.

Sulla questione multiproprietà: “Multiproprietà? Non penso che la cavalcata della Salernitana possa essere ostacolata, si troverà una soluzione. La continuità di rendimento della squadra, fatta a immagine e somiglianza di Castori, è emblematica. Dopo il mercato di gennaio, i granata si sono completati e stanno continuando a fare bene, mostrando compattezza e forza anche in difesa“.

Sulla Salernitana eventualmente da promozione diretta: “Credo che l’Empoli sia inarrivabile, il Monza ha un budget da Serie A ma credo che la seconda posizione non possa essere così utopistica per i granata“.

Articolo precedenteSalernitana-Cosenza, le probabili formazioni: Castori rilancia Tutino, Occhiuzzi punta su Trotta
Articolo successivoEttore Gliozzi ai microfoni di Dazn: “dobbiamo contenere la pressione granata”.