Home News Salernitana, accadde il 16 marzo

Salernitana, accadde il 16 marzo

500
0
Fonte: youtube.com
Tempo di lettura: 2 minuti

Domani la Salernitana sarà di scena a Cittadella per la sfida valevole per la 29/a giornata di Serie B 2020/2021 e sarà l’undicesima volta nella quale la Bersagliera sarà impegnata in campionato il 16 marzo. Una giornata che, per ora, è in perfetto equilibrio dato che il bilancio dei 10 precedenti consta di 2 vittorie, 6 pareggi e 2 sconfitte.

Abbastanza datati i successi in questa particolare data. Il 16 marzo 1947, la Salernitana di Gipo Viani che avrebbe conquistato la prima storica promozione in Serie A, travolse l’Albatrastevere per 5-0. Protagonista Vincenzino Margiotta, autore di una tripletta mentre le altre reti furono realizzate da Onorato e Colaneri. Cinque anni dopo, i granata di Hiden ebbero la meglio sul Monza per 2-0 grazie a una doppietta di Costantino De Andreis.

Corposo l’elenco dei pareggi. Si inizia dal primo precedente in assoluto della Salernitana il 16 marzo. Correva infatti il 16 marzo 1941 quando la Salernitana di Kertesz impattò 1-1 contro la MATER Roma al “Motovelodromo Appio”. Biancocelesti in vantaggio con Totò Valese, pareggio dei capitolini con il futuro granata Dandolo Flumini. Il 16 marzo 1958, invece, spettacolare 2-2 al “Vestuti” tra la Salernitana e la Sarom Ravenna. Granata in vantaggio con Massagrande, romagnoli che ribaltarono la situazione con un rigore di Sentimenti V e con Magheri, ma nel finale Deotto regalò il pareggio alla Bersagliera.

Il 16 marzo 1969, il derby interno con la Casertana terminò 0-0. 1-1 invece il risultato della sfida contro il Rende, in trasferta, il 16 marzo 1980. Cariati portò in vantaggio gli uomini di Giammarinaro, pareggio dei calabresi con un rigore di Mondello.

Recenti gli ultimi due segni “X” della serie. Il 16 marzo 2003, la Salernitana di Franco Varrella impattò 1-1 a Palermo. Vantaggio immediato dei rosanero con un rigore di Maniero, pareggio granata con Willy Stendardo. Il 16 marzo 2008, la Salernitana di Brini fece un altro passettino verso la promozione in Serie B, nonostante il pareggio interno con il Perugia per 2-2. Due volte gli umbri avanti con gli ex di turno Mazzeo e Cherubini, due volte la risposta granata con Turienzo e con Roberto Cardinale nel finale.

Infine, le due sconfitte, che rappresentano le ultime due uscite della Salernitana il 16 marzo. Il 16 marzo 2015, in pieno recupero, Diop gelò l’Arechi consentendo al Matera di battere i granata per 1-0. Una sconfitta che non pregiudicò la promozione in B della Salernitana. Il 16 marzo 2019, Roberto Breda regalò un dispiacere ai suoi ex tifosi nelle sue vesti di allenatore del Livorno. I labronici batterono i granata di Gregucci per 1-0 con gol partita di Rocca.

Salernitana, i precedenti in campionato del 16 marzo

16/03/1941, 19/a giornata Serie C girone G 1940/1941, MATER Roma – Salernitana 1-1
9′ Valese (S), 87′ Flumini (S)
16/03/1947, 22/a giornata Serie B girone C 1946/1947, Salernitana-Albatrastevere 5-031′ Margiotta, 40′ Onorato, 70′, 76′ Margiotta, 77′ Colaneri
16/03/1952, 25/a giornata Serie B 1951/1952, Salernitana-Monza 2-018′, 54′ De Andreis
16/03/1958, 25/a giornata Serie C 1957/1958, Salernitana-Sarom Ravenna 2-213′ Massagrande (S), 55′ rig. Sentimenti V (SR), 78′ Magheri (SR), 82′ Deotto (S)
16/03/1969, 26/a giornata Serie C girone C 1968/1969, Salernitana-Casertana 0-0
16/03/1980, 24/a giornata Serie C1 girone B 1979/1980, Rende-Salernitana 1-131′ Cariati (S), 40′ rig. Mondello (R)
16/03/2003, 26/a giornata Serie B 2002/2003, Palermo-Salernitana 1-1 2′ rig. Maniero (P), 53′ Stendardo (S)
16/03/2008, 27/a giornata Serie C1 girone B 2007/2008, Salernitana-Perugia 2-2 – 45’+2 Mazzeo (P), 49′ Turienzo (S), 78′ Cherubini (P), 89′ Cardinale (S)
16/03/2015, 30/a giornata Lega Pro Unificata Girone C 2014/2015, Salernitana-Matera 0-190’+4 Diop
16/03/2019, 29/a giornata Serie B 2018/2019, Livorno-Salernitana 1-023′ Rocca

Articolo precedenteLe critiche post Cosenza specchio della voglia di sognare di Salerno. Lotito si infuria, ma il mercato…
Articolo successivoIl Cittadella tra le vittime preferite di Djuric. Anche Kupisz e Perticone tra gli ex di turno