Home Editoriale Covid-19, rinviata Pordenone-Pisa: focolaio in casa neroverde

Covid-19, rinviata Pordenone-Pisa: focolaio in casa neroverde

203
0
UDINE, ITALY - OCTOBER 05: Attilio Tesser manager of Pordenone Calcio looks on during the Serie B match between Pordenone Calcio and Empoli FC at Stadio Friuli-Dacia Arena on October 5, 2019 in Udine, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images) Fonte: Mondoudinese.it
Tempo di lettura: < 1 minuto

Ufficiale il rinvio del match tra Pordenone e Pisa, gara inizialmente in programma per sabato 20 marzo alle ore 14:00. La Lega B ha accolto la richiesta del club del presidente Lovisa, penalizzato dalla positività al Covid-19 di ben sei calciatori, confermata dagli ultimi tamponi. La formazione neroverde si è già presentata due giorni fa ad Empoli con tanti panchinari prelevati dalla formazione Primavera, dovendo anche fare i conti con diversi infortuni. Infermeria piena anche in casa nerazzurra, con un Pisa che si era detto pronto a giocare nonostante le otto assenze.

Peraltro, se il Pordenone non ha rilasciato i nominativi dei calciatori risultati positivi, il Pisa ha comunicato l’indisponibilità dei vari Soddimo, Caracciolo, Maroni e Mastinu, tutti fuori causa virus. Il Covid ha colpito anche Vido, che, anche se guarito, è appena tornato ad allenarsi. La gara del Teghil, ai sensi dell’articolo 3.1 del regolamento cadetto per la gestione delle gare condizionate dal contagio, è stata quindi rinviata a data da destinarsi. Il Pordenone, dopo aver speso l’unico “jolly” previsto dal regolamento, dovrà obbiligatoriamente scendere in campo il 2 aprile a Brescia, alla ripresa del campionato dopo la sosta per le Nazionali.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.