Home News Taccuino avversario – Rodella (MondoSportivo.it): “Brescia migliore della stagione. Salernitana, meriti di...

Taccuino avversario – Rodella (MondoSportivo.it): “Brescia migliore della stagione. Salernitana, meriti di stare in alto. Multiproprietà? Intervenga la FIGC”

317
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Domani la Salernitana ospiterà il Brescia per la partita valevole per la 30/a giornata di Serie B 2020/2021. Ci presenta l’ambiente delle Rondinelle il giornalista di MondoSportivo.it Alessandro Rodella.

Ciao Alessandro. Allora, che Brescia vedremo a Salerno?
E’ il Brescia migliore della stagione che viene da quattro vittorie consecutive. Il morale è a mille nonostante nelle gambe dei giocatori cominci ad esserci un po’ di stanchezza perché Clotet nelle ultime tre partite ha sempre optato per lo stesso undici iniziale e gli impegni ravvicinati cominciano a pesare“.

Con Clotet finalmente il Brescia sembra aver trovato la quadra: cosa ha portato di diverso questo allenatore?
Secondo me non ha fatto grossi stravolgimenti, ma si è limitato a riportare la difesa a quattro. Poi ha infuso ai giocatori tranquillità e serenità perché l’unione dello spogliatoio viene prima della tattica”.

Possono le Rondinelle aspirare in extremis a un piazzamento playoff?
E’ un sogno inimmaginabile fino a poche settimane fa in cui il Brescia era in piena zona playout. Ad inizio stagione i playoff erano l’obiettivo massimo, ora non si osano quasi nominarli. Sicuramente a tre punti dall’ottavo posto e con la rosa a disposizione, la speranza non è campata per aria”.

Cellino e la piazza di Brescia, un rapporto difficile. Alla luce delle ultime dichiarazioni del patron, pensi che potrebbero esserci novità a fine stagione in merito all’assetto societario?

Le ultime parole di Cellino sono arrivate nel momento sbagliato, proprio quando Brescia aveva trovato quella stabilità che mancava da diverso tempo. Probabilmente sta cercando nuovi acquirenti, ma qui a Brescia è difficile trovare qualche imprenditore veramente interessato al mondo del calcio”.

La Salernitana un girone dopo: tu aspettavi i granata lassù in alto a questo punto del campionato?
La Salernitana era una sorpresa nel girone d’andata e si sta confermando tale. Viaggia spedita nelle zone di alta classifica, nonostante nelle ultime partite abbiamo faticato molto sotto l’aspetto offensivo. Credo che se non perda troppo terreno con le corazzate Monza e Lecce, possa giocarsi il secondo posto fino alla fine”.

Pensi che la Salernitana possa avere possibilità in chiave promozione?
Si, come detto prima deve puntare al massimo. È una squadra che Castori ha plasmato bene puntando tutto sulla compattezza del gruppo e soprattutto in difesa sta facendo bene. Se a tre quarti del campionato sei nelle posizioni di vertice è solo perché se l’è meritato”.

A proposito di patron contestati dalla piazza, non è un mistero che Lotito a Salerno non sia amato. Pensi che il comproprietario abbia già l’asso nella manica per risolvere la questione multiproprietà in caso di promozione?
Su questo argomento credo sia necessaria una presa di posizione forte da parte della nuova governance del calcio: la Figc, soltanto poche settimane fa, ha eletto il presidente. E Gravina dovrà affrontare concretamente questa situazione che non riguarda soltanto Salerno, ma è destinata a toccare da vicino, in futuro, anche un’altra piazza importante come Bari”.

In conclusione, un calciatore potenzialmente decisivo per parte.
Mi piacerebbe dire Donnarumma per il Brescia perché sta attraversando un momento difficile e tornare al gol sarebbe importante sotto l’aspetto mentale. In casa granata direi Tutino, sempre pericoloso e in grado di creare giocate importanti”.

Articolo precedenteDonnarumma e Ragusa ritrovano un passato dalle tante emozioni. Gara da ex anche per Kupisz
Articolo successivoClotet: “Conosciamo la Salernitana, ma noi dobbiamo fare il nostro gioco”