Home Editoriale SALERNO È UFFICIALMENTE ZONA GRANATA

SALERNO È UFFICIALMENTE ZONA GRANATA

La città è in festa. I tifosi della Salernitana non riescono a contenere l'entusiasmo post vittoria e si riversano in strada per festeggiare con i loro beniamini.

1843
0
Tempo di lettura: 3 minuti

Per un tifoso ci sono molte più terre inesplorate in un campo da calcio che in ogni altro angolo del mondo. ogni partita è un viaggio alla scoperta di qualcosa di mai visto.

(Fabrizio Caramagna)

Non c’è pioggia che freni la gioia dei supporters del cavalluccio. La zona rossa presente a Salerno si è trasformata, ha magicamente cambiato colore, la sfumatura predominante, adesso, è quella GRANATA.

La città è in visibilio.

La partita contro il Venezia è stata da cardiopalma, tutti gli appassionati della squadra dell’Ippocampo – non potendo essere fisicamente presenti tra i gradoni dell’Arechi – hanno seguito l’intero match attaccati al televisore fino all’ultimo secondo di gioco, facendo tremare le pareti delle proprie abitazioni con grida liberatorie, mentre si volgeva all’epilogo dell’incontro, poi, a partita terminata hanno pensato bene di raggiungere l’impianto sportivo di via Allende per festeggiare i 60 punti in classifica della loro amata.

Quella della Salernitana è stata una vittoria conseguita nei minuti di recupero, un successo quasi insperato che – dato il poco tempo che era rimasto a disposizione per recuperare l’1 a 0 sulla squadra ospite – ha scatenato emozioni che non si assaporavano da troppo tempo.

Il successo ai danni del Venezia ha innescato una bomba ad orologeria.

I tifosi di sua Maestà si sono riversati in strada, hanno raggiunto i cancelli dell’Arechi per attendere i propri gladiatori, e caricarli, ulteriormente, d’un entusiasmo crescente, travolgente e smisurato in vista del “final rush”.

La tenacia e la caparbietà dimostrata da capitan Di Tacchio e dalla restante squadra – durante il campionato corrente – è stata ripagata dalla vera essenza del tifo salernitano. Orgoglio, senso d’appartenenza, fierezza… il petto e la mente di ogni singolo sostenitore granata, oggi più che mai, ne è colmo di queste componenti.

Il movente principale, la spinta che continua a fare la differenza, in qualsivoglia contesto e situazione, è l’amore smisurato, quel sentimento tanto irrazionale quanto bello che, impregna l’animo di forza e positività in chiunque lo provi. Il folle sentimento nutrito per la squadra dell’Ippocampo è la benzina che ha indotto alcuni tifosi a lasciare le proprie abitazioni, fino a raggiungere l’Arechi, conducendoli, anche, a scortare il pullman della squadra sino all’albergo che da alloggio ai calciatori. Cori, abbracci, salti di gioia, fumogeni, sciarpe e bandiere stanno animando e colorando la città di Salerno che, quest’anno, sta accarezzando intensamente un sogno chiamato serie A.

La piazza Salernitana – semi dormiente da ormai 5 anni – si sta ridestando, inizia a sgranare gli occhi, matura nuove consapevolezze, avverte quel fremito, misto al battito cardiaco irregolare che, le sta donando linfa inattesa, conducendola, gradatamente, verso una nuova vitA!

Articolo precedenteDjuric e Gondo, con Kiyine a sinistra, cambiano la partita e regalano tre punti d’oro ai granata
Articolo successivoVARie ed eventuali | Salernitana-Venezia
Ciao a tutti! Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, natia della bellissima città di Salerno. Da ormai non poco tempo sono espatriata nel territorio Ligure, in quel di Genova. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature e cerco sempre tanta positività nelle mie giornate, anche quando, il cielo sembra totalmente buio, credo che, avere la possibilità di vivere e apprezzare ogni attimo a propria disposizione, sia un dono preziosissimo che, mai andrebbe dato per scontato e sottovalutato. Posso definire la mia vita alquanto piena e soddisfacente. In primis, sono la mamma di una splendida bambina di nome Martina, inoltre, da qualche anno lavoro come insegnante di scuola primaria, pratico la pallavolo dall'età adolescenziale ed ho una smisurata passione - trasmessami da mio padre - per LA SALERNITANA. Tra i miei principali hobby rientrano: lo scrivere, l'andare in bicicletta, il calisthenics, la musica... credo che coltivare le proprie passioni, rientri tra le più importanti spinte motivazionali che, ognuno di noi possa avere per stare bene con se stessi e con gli altri. La benzina delle mie scelte di vita, nasce dall'espressione: " VOLERE è POTERE"!!!