Home News Serie B, playoff: il Cittadella vola con Baldini, Monza al tappeto. Venezia...

Serie B, playoff: il Cittadella vola con Baldini, Monza al tappeto. Venezia ok, Lecce in partita

L'attaccante granata firma una tripletta che stende i brianzoli, chiamati ad un'impresa al ritorno. Bomber Forte porta i lagunari a 90' dalla finale

361
0
Fonte: notizieplus.it
Tempo di lettura: 2 minuti

Si è consumato ieri il primo atto delle semifinali playoff di Serie B. Gara d’andata che ha sorriso innanzitutto al Cittadella, capace di infliggere un clamoroso 3-0 al Monza di Brocchi nel match delle 18:30. Al Tombolato i brianzoli trovano il vantaggio dopo 10 minuti con Diaw, ma il gol viene annullato a causa della traiettoria del corner di Barberis, il cui cross prima esce e poi rientra in campo. Al 13′ il Citta va avanti con il cross di Vita che trova Baldini, il quale sfrutta la marcatura pessima di Bettella e insacca in allungo il gol del vantaggio. L’attaccante si ripete al 22′, sfruttando un’altra dormita della difesa ospite: rinvio di Kastrati, Scaglia va a vuoto e Baldini è bravo a liberarsi con una finta e calciare con il destro ad incrociare, battendo Di Gregorio.

Il Monza si fa vedere nel finale di primo tempo con una punizione di Barberis respinta da Kastrati, ma nella ripresa la reazione tarda ad arrivare. L’unica palla gol capita al 71′, quando il portiere albanese respinge un colpo di testa di Dany Mota e successivamente Frattesi fallisce il tap-in da pochi passi. A 5′ dalla fine Baldini chiude i giochi e trova una sontuosa tripletta alla prima semifinale playoff in carriera: grande azione di Donnarumma che manda al bar Scaglia, poi Di Gregorio respinge la conclusione del terzino granata, e da due passi il numero 92 di Venturato non sbaglia. Risultato pesantissimo, grazie al quale il Cittadella ha più di un piede in finale: al Monza servirà una reazione d’orgoglio al Brianteo.

Nell’altra semifinale, giocata alle 20:45, il Venezia si è imposto di misura sul Lecce. Al Penzo i lagunari sfiorano il vantaggio prima con Johnsen e poi con Modolo, prima del tentativo di Aramu che si spegne alto. Lecce pericoloso solo al 34′ con un colpo di testa di Stepinski bloccato da Maenpaa, prima dell’occasione migliore per i padroni di casa al minuto 40: guizzo di Johnsen e suggerimento per Forte, il cui sinistro viene respinto in corner da Gabriel. Il meritatissimo gol dei veneti arriva ad inizio ripresa e porta proprio la firma dello Squalo: cross dalla destra di Aramu, assist stellare di Maleh a beneficio di Forte, che con il sinistro ad incrociare trova la rete.

Il Lecce ci prova con un tentativo centrale e debole di uno spento Coda, ma nel finale non arriva alcun assalto: con l’1-0 in tasca sono solo 90 minuti a separare i ragazzi di Zanetti dalla finale, ma i salentini restano pienamente in partita. La sconfitta di misura non è affatto scomodissima per gli uomini allenati da Corini, ai quali basterebbe infatti vincere con punteggio analogo al ritorno, in modo da pareggiare i conti e far valere il miglior piazzamento in regular season. Tutto si deciderà giovedì: squadre in campo alle 18:30 al Via del Mare, poi alle 20:45 a Monza.

Articolo precedenteGravina: «Entro il 25 giugno la Salernitana dovrà cambiare proprietà. Sono norme note dal 2013».
Articolo successivoEsperienza in Serie A, prestiti e giocatori di proprietà: la rosa granata ai raggi X
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.