Home News Ritiro Lazio, Sarri convoca solo due “salernitani” su nove

Ritiro Lazio, Sarri convoca solo due “salernitani” su nove

Lazio, i convocati per il ritiro di Auronzo di Cadore. Su nove ex Salernitana, il neo tecnico Maurizio Sarri ne convoca soltanto due

3249
0
adamonis-salernitana
Marius Adamonis con la maglia della Salernitana. Fonte (Lacittadisalerno.it)
Tempo di lettura: < 1 minuto

Questa mattina, il neo tecnico biancoceleste Maurizio Sarri ha diramato la lista dei convocati per il ritiro di Auronzo di Cadore, sede ormai storica del club laziale. Oltre al “desaparecido” Luis Alberto e al primo acquisto del mercato estivo, Dimitrije Kamenovic, sono ben 7 gli ex Salernitana che non prenderanno parte alla prima fase del romitaggio estivo. Fuori dalla lista Casasola, Lombardi, Cicerelli, Kiyine, Andrè Anderson, Gondo e Dziczek, quest’ultimo ancora oggetto di valutazione e in attesa del certificato di idoneità sportiva.

Partiranno col gruppo, invece, l’estremo difensore Adamonis e il difensore Riza Durmisi, attualmente unico esterno sinistro di ruolo, insieme a Fares, presente in rosa. Per quanto riguarda gli “epurati” ex granata, almeno per il momento, non sono ancora chiare le motivazioni che hanno portato l’ex tecnico di Napoli e Juventus all’esclusione. Presumibile, comunque, si tratti di una motivazione prettamente tecnica e che non nasconda, quantomeno a stretto giro di posta, trasferimenti dei suddetti atleti.

Con l’accettazione del trust da parte della FIGC, che di fatto ha chiuso l’era LotitoMezzaroma, anche l’asse LazioSalernitana dovrebbe essere ufficialmente conclusa. Niente più prestiti, fruttuosi o meno, come avvenuto negli ultimi anni, con un continuo via-vai dalla casa madre capitolina alla secondogenita granata. Almeno per il momento. Pare, infatti, che il club di via Allende stia preparando un’istanza basata sul principio della continuità sportiva e della valorizzazione dei calciatori. Il che permetterebbe, eventualmente, di poter richiedere ancora una volta in prestito dei calciatori di proprietà biancoceleste. Una richiesta che, eventualmente fosse accolta, farebbe vacillare uno dei principi fondanti del trust stipulato e successivamente accettato non prima di aver effettuato alcune modifiche.

Articolo precedenteSalernitana, si stringe per Coulibaly e Di Carmine. Gagliolo e Struna per la difesa
Articolo successivoMultiproprietà, da “falso problema” a pietra tombale il passo è breve
"Chiodo fisso nella mente, innamorato perdutamente". Questa è la frase che, più di tutte, descrive appieno cosa sia per me la Salernitana. Un tifoso, prima che un giornalista, che ha sempre vissuto, e vive tutt'ora, per i colori granata. Dal maggio 2018, ho deciso di intraprendere la strada, impervia e tortuosa, del giornalismo, entrando a far parte della redazione di "Le Cronache", di cui mi fregio di farne parte ancora oggi. Dal settembre di quest'anno, dopo un anno di collaborazione con gli amici, prima che colleghi, di Salernosport24, sono entrato a far parte della bella famiglia di SoloSalerno.it, con lo scopo di raccontare, con onestà intellettuale ed enorme impegno, le vicende legate alla nostra, mitica "Bersagliera". Sarà un piacere, ma soprattutto un onore, poter mettere al vostro servizio la passione di una vita.