Home Calciomercato Il mercato delle altre, il punto del 9 agosto

Il mercato delle altre, il punto del 9 agosto

Caldara è del Venezia. L'Empoli prende Ismajli e Luperto, lo Spezia Mraz e Nikolaou. Il Milan avvicina il colpo Florenzi

388
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Diverse ufficialità in questo inizio settimana per quanto riguarda il mercato dei club di Serie A. Il Venezia annuncia l’arrivo di Mattia Caldara, che giunge in laguna in prestito con diritto di riscatto dal Milan. Arrivano tre novità sull’asse Spezia-Empoli: il club ligure ingaggia dagli azzurri Dimitris Nikolaou in difesa e Samuel Mraz in attacco (entrambi a titolo definitivo), mentre compie il percorso inverso e arriva in Toscana il centrale difensivo Ardian Ismajli.

Le tre società restano piuttosto attive anche su altri fronti: il Venezia punta a chiudere per Okereke, che arriverà dal Brugge in prestito con diritto di riscatto, mentre l’Empoli annuncerà a breve l’arrivo di Luperto dal Napoli in prestito secco e oneroso; la società di Corsi segue anche il centrocampista croato Hrvoje Babec, classe ’99 del Gorica sondato anche dall’Udinese; lo Spezia è vicino a prelevare il classe ’01 David Strelec, attaccante di proprietà dello Slovan Bratislava. Operazione da 2,2 milioni.

Il fronte più caldo, però, è chiaramente il valzer delle punte. L’Inter si prepara a salutare Lukaku, che atterrerà oggi a Londra per firmare con il Chelsea; per rimpiazzare il belga, ceduto per 115 milioni, i nerazzurri puntano a Dzeko, che potrebbe essere a breve liberato dalla Roma così da poter firmare con il Biscione. Il club capitolino, al di là della complessa suggestione Icardi, pensa ad Azmoun dello Zenit e ad Abraham del Chelsea, seguito anche dall’Atalanta; l’attaccante inglese, però, avrebbe già un accordo di massima con l’Arsenal.

Rientra nella mischia anche Vlahovic, altro profilo sondato dall’Inter al pari di Correa e Zapata. La Fiorentina punta ad accelerare per il rinnovo dell’attaccante serbo, valutato 70 milioni: la proposta dei nerazzurri è al momento insufficiente, ma si è inserito l’Atletico Madrid che potrebbe avvicinare la richiesta del club viola. Sullo sfondo il Tottenham, che sembrerebbe però aver virato sull’altro gioiello dell’Inter, quel Lautaro Martinez che potrebbe partire per una cifra attorno ai 70 milioni.

La Fiorentina si prepara a dire addio a Milenkovic, che passerà al West Ham per 20 milioni, mentre l’Inter tiene in stand-by Nandez ed è pronta ad offrire 15 milioni al PSV per Dumfries. Roma e Atalanta sono pronte a un derby di mercato per Zakaria e Koopmeiners, centrocampisti rispettivamente in forza al Monchengladbach e all’AZ. E’ stato fissato per mercoledì un nuovo incontro tra Juventus e Sassuolo per Locatelli, mentre il Verona si prepara a riaccogliere Ilic: il centrocampista torna a titolo definitivo dal Manchester City per 8 milioni.

Il Napoli punta Emerson Palmieri del Chelsea e Reinildo Mandava del Lille per la fascia sinistra, mentre in mediana piace Berge in uscita dallo Sheffield Utd. Novità in casa Milan, con i rossoneri pronti a chiudere a sorpresa il colpo Florenzi dalla Roma: trattativa lampo, il classe ’91 potrebbe arrivare in prestito con diritto di riscatto, che diventerebbe obbligo a determinte condizioni. Il Diavolo continua a trattare con l’Atalanta per Ilicic, mentre il Real Madrid propone Isco, Odriozola e Ceballos.

Il Genoa è vicino a chiudere l’affare Lammers con la società di Percassi: accordo trovato sulla base di un prestito ad un milione, con diritto di riscatto a 15 e controriscatto in favore dell’Atalanta fissato a 16. Il Cagliari cerca una sistemazione per Cerri, seguito dal Trabzonspor, e per Godin, su cui ci sono Besiktas e Betis. Infine, una notizia in qualche modo cara ai tifosi dell Salernitana: l’ex granata Tutino sosterrà quest’oggi le visite mediche con il Parma, che dopo un lungo tira e molla ha trovato l’accordo con il Napoli.

Articolo precedenteMercato, Simy si avvicina: ultima parola a Vrenna
Articolo successivoSalernitana-Reggina, la doppia casacca – Ivan Franceschini
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.