Home News La Salernitana “trust-Fabiani” dura un tempo. Lo Spezia si impone 2-1

La Salernitana “trust-Fabiani” dura un tempo. Lo Spezia si impone 2-1

312
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Pesante sconfitta della Salernitana nello scontro diretto in chiave salvezza con lo Spezia, valevole per l’8/a giornata di Serie A 2021/2022. I liguri si impongono 2-1. Granata in vantaggio con Simy, rimonta spezzina con Strelec e Kovalenko.

Il primo dei tre scontri consecutivi “direttissimi” per la salvezza. Questo è Spezia-Salernitana, partita valida per l’8/a giornata di Serie A 2021/2022.

L’inizio della partita vede le due squadre molto contratte, poi le compagini si sciolgono e iniziano a giocare. Al 27′, Spezia a un passo dal gol del vantaggio. Cross dalla destra di Strelec, Salcedo stacca di testa e coglie una clamorosa traversa. Sulla ribattuta, va Maggiore ma Gagliolo ostacola il tiro a botta sicura del numero 25 ligure. Tre minuti dopo, occasione per la Salernitana. Kechrida (entrato al 20′ al posto dell’infortunato Gyomber) conclude dal limite dell’area e il suo tiro esce fuori di poco con Provedel immobile.

Al 38′, cross basso di Kechrida, rigore in movimento per Simy e pronta risposta di Provedel. L’appuntamento è solo rinviato di un minuto. Cross di Ranieri, grande sponda di Obi e Simy, con una splendida giocata, salta Provedel e deposita il pallone nella porta vuota, portando in vantaggio la Salernitana. Nella rimanente parte del primo tempo non accade più nulla e così la Salernitana va a riposo avanti 1-0 sullo Spezia.

Ripresa e al 51′ lo Spezia pareggia. Ripartenza fulminea dei liguri con Kovalenko che porta palla per una ventina di metri e serve orizzontalmente Strelec. Quest’ultimo, con un gran sinistro, piazza il pallone all’incrocio dei pali laddove Belec non può fare nulla.

Al 54′, ancora Spezia. Cross di Salva Ferrer, Antiste sovrasta Kechrida di testa e per un nulla Strelec non arriva a quella che sarebbe stata una deviazione vincente. Quattro minuti dopo, super Belec. Il portiere sloveno nel giro di 5 secondi salva prima su Nzola e poi, miracolosamente, su Salcedo.

Al 70′, uno-due Spezia tra Maggiore e il neoentrato Manaj, conclusione del primo e Belec, sul suo palo, devia in calcio d’angolo. La capitolazione è solo rinviata. Al 78′, Kovalenko si inventa un eurogol, mandando la palla all’incrocio con una conclusione da 22 metri e portando lo Spezia sul 2-1.

Sei minuti di recupero. La Salernitana ci prova al 91′ con una conclusione di Gondo da fuori area che termina alta e al 95′ con un colpo di testa in mischia dello stesso Gondo sul quale Provedel controlla senza problemi. Non accade più nulla. La Salernitana perde un importante scontro diretto a La Spezia per 2-1

SPEZIA-SALERNITANA 2-1 (0-1)

SPEZIA (4-2-3-1): Provedel; Ferrer, Hristov, Nikolaou, Gyasi; Kovalenko, Maggiore; Antiste, Salcedo (74′ Podgoreanu), Strelec (68′ Manaj); Nzola (68′ Verde). A disp: Zoet, Zovko, Sher, Deloriè, Bertola. All: Thiago Motta
SALERNITANA (4-3-1-2): Belec; Gyombér (20′ Kechrida), Strandberg, Gagliolo, Ranieri (84′ Zortea); M. Coulibaly (84′ Vergani), Di Tacchio, Kastanos (67′ Schiavone); Obi; Simy, Djuric (67′ Gondo). A disp: Fiorillo, Russo, Jaroszynski, Aya, Delli Carri All: Castori

Marcatori: 39′ Simy (SA), 51′ Strelec (SP), 78′ Kovalenko (SP)

Note – Ammoniti: Obi (SA), M. Coulibaly (SA), Gyasi (SP), Ranieri (SA), Manaj (SP)

Articolo precedenteSalernitana, accadde il 16 ottobre
Articolo successivoSimy risorge ma non basta. Oby pungente a corrente alternata. In difesa si salvano Belec e Strandberg