Home News Taccuino avversario – Galli (MondoSportivo.it): “L’Empoli se la giocherà, ma la Salernitana...

Taccuino avversario – Galli (MondoSportivo.it): “L’Empoli se la giocherà, ma la Salernitana è da prendere con le molle. Vicenda trust? Operazione poco cristallina”

212
0
Tempo di lettura: 3 minuti

In vista di Empoli-Salernitana di domani, ci presenta la formazione toscana il giornalista di MondoSportivo.it e Pianetaempoli.it Simone Galli.

Ciao Simone. Allora, che Empoli vedremo a Salerno?

Ciao. Vedremo una squadra che fino a questo momento ha giocato meglio fuori casa che in casa, ma ha anche sofferto in qualche scontro diretto. Mi aspetto un Empoli che venga a Salerno a giocarsela con le armi a sua disposizione, ossia la coralità del gioco e la solidità del suo centrocampo. Non credo che Andreazzoli cambierà l’assetto“.

Alla vigilia del torneo, i pronostici indicavano Empoli, Spezia, Salernitana e Venezia come il quartetto di squadre che si deve giocare la salvezza. Ritieni che le prime 8 giornate di campionato abbiano confermato quest’assunto o qualche altro “pesce” potrebbe finire nella rete di chi lotta per salvarsi?
Mah, tutti gli anni il campionato italiano riserva qualche sorpresa. Certamente queste 4 che hai indicato sono quelle peggio piazzate nelle griglie pre-stagionali, ma la storia ci insegna che spesso anche squadre di maggiore lignaggio finiscono nel calderone. Cagliari, Genoa e Sampdoria sono quelle che secondo me rischiano di più“.

Cosa ha portato alla squadra mister Andreazzoli e che analogie/differenze riscontri rispetto alla sua precedente esperienza?
Rispetto alla precedente esperienza, l’Empoli è cambiato molto. Manca probabilmente un po’ di qualità tecnica e c’è un po’ più di fosforo a centrocampo. Andreazzoli ha bene o male le stesse idee, ma sta provando ad adattarle ai giocatori che ha e sembra ci stia riuscendo. Nelle ultime gare, nonostante le due sconfitte contro Roma e Atalanta, la squadra si è mossa bene e sembra seguire le sue direttive“.

Come è vista la Salernitana ad Empoli?
La Salernitana è una squadra da prendere con le molle, soprattutto dopo il cambio di allenatore. Essendo una diretta concorrente per la salvezza c’è molta attesa per questa partita che non sarà chiaramente decisiva ma che può diventare importante per acquisire o perdere fiducia. La sensazione è che partite come questa valgano più di tre punti“.

Quanto inciderà sulla partita il fatto che sulla panchina della Salernitana vi sarà il debutto (bis) di Stefano Colantuono?
Come dicevo poc’anzi, quando una squadra cambia allenatore c’è sempre un risvolto positivo. E ovviamente negativo per chi la deve affrontare. Dà una scossa, i giocatori di solito mettono in campo il 100% per farsi vedere dal nuovo allenatore. E proprio per questo affrontare la Salernitana diventa ancora più pericoloso“.

La situazione Salernitana-trust come è vissuta ad Empoli? Accettata visto che ha avuto il placet della FIGC oppure qualche retropensiero ci sta sempre?
Si è seguita la vicenda certamente con un velo di amarezza, perché è sembrata un’operazione poco cristallina. Ma a parte l’iniziale reazione, direi che non a Empoli non si sono fatti troppe domande se l’operazione fosse lecita o meno. Lo sportivo empolese sa che deve battere la Salernitana sul campo“.

Mettiamo che la FIGC conceda una proroga al trust della Salernitana (attualmente, la società deve passare di mano entro il 31/12/2021 altrimenti sarebbe esclusa dal campionato). La Salernitana, con il trust prorogato, si salva; l’Empoli (e immaginiamo farai tutti gli scongiuri del caso) arriva terzultimo e retrocede. Che succede il giorno dopo la fine del campionato?
A Empoli non si è abituati a fare troppa polemica. E credo che sarebbe un po’ dietrologia farlo. Rimane il fatto che questa operazione è un po’ discutibile ma l’Empoli avrebbe comunque dovuto battagliare contro un’altra squadra per ottenere la salvezza, punto. Che fosse la Salernitana o per esempio il Monza non fa alla fine molta differenza“.

In conclusione, un calciatore potenzialmente decisivo per parte.

In questo momento è difficile trovare un calciatore più decisivo degli altri in casa Empoli. Ti direi Bajrami ma ultimamente sta giocando con il contagocce. Opto per Pinamonti che nelle ultime settimane è cresciuto molto. Credo che la forza della Salernitana sia nell’attacco, se Simy sta bene può essere un pericolo per tutte le difese“.

Articolo precedenteDal gemellaggio infranto, fino al “Derby d’Italia”
Articolo successivoSalernitana-Empoli, due ex di turno indisponibili su sponda granata