Home Editoriale “La moviola di Fiorentina – Salernitana”.

“La moviola di Fiorentina – Salernitana”.

Positiva la prestazione dell’arbitro Ghersini di Genova, facilitato anche dal comportamento dei ventidue in campo.

768
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Questo pomeriggio – allo stadio Artemio Franchi di Firenze – si sono affrontate Fiorentina e Salernitana, gara valevole per la diciassettesima giornata del girone di andata del campionato di serie A. Risultato netto e pronostici della vigilia rispettati, il notevole divario tecnico delle due squadre si è palesato soprattutto nella seconda frazione di gioco.

A dirigere l’incontro è stato l’arbitro Davide Ghersini di Genova coadiuvato dagli assistenti Capaldo e Yoshikawa. Al Var Nasca e Dei Giudici , quarto uomo Gianpiero Mele di Nola.

In foto: Davide Ghersini di Genova.

Passiamo alla moviola.

[Episodi primo tempo]

Al 7’ Duncan (F) interviene su Kastanos (S) nei pressi dell’area di rigore viola, con Ghersini che lascia proseguire il gioco senza ravvisare alcuna infrazione.  In questa occasione – l’unico vero e proprio errore evidente della gara – l’arbitro genovese ha sbagliato. L’intervento del centrocampista della Fiorentina –  seppur non cattivo e propenso alla contesa del pallone – era da punire con un calcio di punizione diretto per fallo “negligente”, senza alcun provvedimento disciplinare.

Al 30’ Duncan (F) contrasta Obi (S) sottraendogli il pallone e facendo partire l’azione da cui è scaturito il vantaggio della Fiorentina. Nonostante qualche piccolo accenno di protesta in casa granata, è condivisibile la scelta di Ghersini di lasciar proseguire il gioco. Va sottolineato che il direttore di gara non ha mai fischiato questa tipologia di “contatti” – ambo le parti – per tutti i novanta minuti di gioco.

[Episodi secondo tempo]

Al 78’ Simy (S) supera il portiere viola Terracciano e deposita il pallone in rete. Al termine dell’azione stessa l’AA1 Capaldo segnala all’arbitro la posizione irregolare dell’attaccante nigeriano. Dopo un veloce “silent check” con la sala Var, viene confermata la scelta di campo ed annullata la rete. Decisione corretta: al momento del passaggio di Lassana Coulibaly (S) , Simy si trova con il piede destro oltre la linea dei difensori.

In conclusione è positiva la prestazione di Ghersini: ottima la gestione tecnica – metro di giudzio assolutamente coerente per tutta la gara – così come quella disciplinare con appena un ammonito per parte. Buona anche la prestazione dei due assistenti Capaldo – molto attento al 78’ in occasione della rete annullata a Simy – e Yoshikawa. Poco impegnati al Var Nasca e Dei Giudici.

Articolo precedenteColantuono: «Dopo il gol ci siamo spenti. Contento per l’esordio di Delli Carri».
Articolo successivoTrenta minuti di dolce illusione, poi solo tanta voglia di voltare finalmente pagina
- Luca D'Urso - 11 agosto 1991, Salerno - Ex arbitro di calcio a livello nazionale - Appassionato di musica rock, sport e cucina - Citazione arbitrale preferita: "Vedere, decidere, dimenticare" [Roberto Rosetti]