Home News Salernitana, -2 al match con la Lazio: in gruppo Zortea, Mamadou torna...

Salernitana, -2 al match con la Lazio: in gruppo Zortea, Mamadou torna ai box

Nuovo stop per il centrocampista senegalese. Domani la rifinitura

854
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Contemporaneamente alla prima conferenza stampa del nuovo presidente Danilo Iervolino, la Salernitana di Stefano Colantuono è scesa in campo poco più in là, al centro sportivo Mary Rosy, per proseguire l’avvicinamento alla gara interna di sabato pomeriggio contro la Lazio.

Oggi pomeriggio, il tecnico granata ha riavuto a disposizione Zortea, rimasto ai box nei giorni scorsi dopo aver lasciato il campo anzitempo contro il Verona. La nota positiva legata all’ex Cremonese fa da contraltare alla pessima notizia dell’infortunio di Mamadou Coulibaly, vittima di una lesione muscolare al retto femorale destro. L’ex Udinese era appena rientrato dopo un lungo stop (non giocava dal 2 ottobre contro il Genoa), e adesso non può che palesarsi il timore di una nuova convalescenza.

Il senegalese ha svolto fisioterapia al pari di Strandberg, altro calciatore certamente indisponibile per la partita contro i biancocelesti di Sarri. Match in cui ci saranno Ranieri e Obi, guariti dal Covid, oltre a Ruggeri, rientrato in gruppo e voglioso di strappare la prima convocazione dopo oltre tre mesi lontano dal campo. Mancherà ovviamente Lassana Coulibaly, impegnato con il Mali in Coppa d’Africa e vittorioso di misura ieri nel match inaugurale con la Tunisia.

Dopo l’allenamento odierno (riscaldamento tecnico, torello, tattica e partitella), i granata di Colantuono torneranno ad allenarsi domani alle 15:00, orario in cui è fissata la seduta di rifinitura per il match contro la squadra di Claudio Lotito, da oggi ufficialmente ex co-patron della Salernitana.

Dopo i silenziosi pre-gara delle ultime settimane, l’allenatore presenterà il match in conferenza stampa alle 18:30. Anche questa, evidentemente, sarà una peculiarità della partita che, dopo la vittoria di Verona vissuta da numero uno in pectore, sancirà il vero esordio della nuova era targata Iervolino.

Articolo precedenteEleganza, lungimiranza e ambizione: inizia ufficialmente l’era Iervolino
Articolo successivoDagli affari in casa alla promozione in Serie A: Salernitana-Lazio, la partita degli ex
Amante dello sport (quasi) a 360°, ma della Salernitana 1919 volte in più.