Home News Convenzione Arechi, dialogo e collaborazione: Salernitana e Comune si confrontano

Convenzione Arechi, dialogo e collaborazione: Salernitana e Comune si confrontano

Il club di Iervolino ed il Comune di Salerno al lavoro per la convenzione per l'Arechi

556
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Prosegue il dialogo tra la Salernitana ed il Comune di Salerno in merito alle strutture sportive ed in particolare allo stadio Arechi che dalla gara col Toro e fino al termine del campionato sarà dotato di maxischermo. Decisivo l’impulso dato dalla società granata che ha già provveduto a richiedere le necessarie autorizzazioni (compresa quella dei Vigili del Fuoco) per l’installazione del ledwall della quale è già stata incaricata una ditta.

“Nella seduta di ieri della IV Commissione consiliare Sport, Politiche Giovanili e Innovazione da me presieduta”, come ha postato sui social il Presidente Rino Avella, “abbiamo avuto il privilegio di ospitare la Dott.ssa Mara Andria, Responsabile Area Comunicazione della Salernitana 1919. L’incontro è stato proficuo e si è condivisa l’intenzione d’intraprendere un dialogo costante fra la Salernitana e l’ente Comune attraverso un’incisiva campagna d’incontro nei quartieri, nelle scuole e con l’associazionismo cittadino. Saranno a breve calendarizzati altri incontri, per pianificare iniziative comuni e per un confronto sugli interventi riguardanti lo Stadio Arechi e altre infrastrutture sportive, funzionali alla prima squadra e alle giovanili. L’Amministrazione comunale intende accompagnare e favorire il processo di ulteriore radicamento della Salernitana nel tessuto sociale cittadino. I presupposti ci sono tutti: la disponibilità di Mara Andria è stata totale”.

Si è parlato dello stadio Arechi e della convenzione in scadenza. Tra le ipotesi su tavolo c’è quella di una concessione in uso per 99 anni al club granata, ma la Salernitana, che ha ascoltato idee e proposte, ha espresso l’intenzione di portare prossimamente all’attenzione della Commissione una serie di sue proposte per lo stadio di via Allende.

Per ora non si sono ancora affrontati i temi specifici e non si è affrontata la questione nei dettagli, ma dalle due parti è stata espressa grande voglia di collaborare e dialogare.

La Salernitana sta portando avanti un’opera di mappatura delle strutture sportive presenti sul territorio, anche se Campo Volpe e Stadio Vestuti, almeno per ora, non sembrerebbero rientrare nella sfera di interesse del club che punta molto ad instaurare un forte legame con la comunità salernitana e a dare grande attenzione ai giovani.

Si sta lavorando, infatti, ad accordi e convenzioni con le scuole del tessuto cittadino che possano favorire la promozione dei valori dello sport presso tutte le fasce d’età, con particolare riguardo a quella 14-17 anni (per la quale in futuro saranno previste agevolazioni anche per l’acquisto dei biglietti d’ingresso allo stadio).

Il prossimo incontro sarà fissato a breve, ma ne serviranno degli altri per definire nello specifico natura e termini della convenzione per l’Arechi che la Salernitana ed il suo presidente, Danilo Iervolino, puntano a far diventare un polo di riferimento per le famiglie e non solo la sede della gare interne della squadra.

Articolo precedenteSalernitana, due record eguagliati in serie A: per salvarsi, però, uno deve essere battuto
Articolo successivoSalernitana- Torino: ecco quando partirà la prevendita
Classe '76, non sempre è nervoso.