Home News Salernitana, beffa ma destino ancora nelle tue mani. 1-1 col Cagliari all’Arechi

Salernitana, beffa ma destino ancora nelle tue mani. 1-1 col Cagliari all’Arechi

248
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Beffa per la Salernitana che subisce il gol del pareggio del Cagliari al 98′. 1-1 all’Arechi con reti di Verdi e Altare. I granata hanno ancora il destino nelle proprie mani.

Un autentico spareggio per la permanenza in Serie A. Questo è Salernitana-Cagliari, sfida valida per la 36/a giornata di Serie A 2021/2022.

L’importanza della posta in palio è evidente. Così come è evidente che le palle inattive potrebbero far la differenza. Ed è proprio sugli sviluppi di un calcio d’angolo che il Cagliari al 14′ sfiora il vantaggio. Dalla bandierina batte Lykogiannis, Pavoletti stacca e il pallone esce fuori di pochissimo. Sette minuti dopo, errore di Gyomber che serve male Bohinen. Joao Pedro ne approfitta con un mancino sul quale Sepe però è attento. Da quel momento in avanti, la Salernitana comincia a crescere ma Cragno è impegnato solo da un debole colpo di testa centrale di Djuric al 31′. Si va a riposo sul punteggio di 0-0.

Ripresa. Per un quarto d’ora non accade nulla. Poi al 60′ Kastanos entra per Bohinen, ammonito e squalificato per Empoli. Al 64′, incursione del cipriota in area, Lovato lo stende ed è calcio di rigore. Dopo il controllo del VAR, al 68′ Verdi calcia e spiazza Cragno, portando in vantaggio la Salernitana. Nell’esultanza dei granata, scoppia un parapiglia tra le due panchine e viene espulso Ribery.

Il Cagliari non demorde e al 76′ grandissima staffilata di Grassi che da lontano coglie il palo prima di uscire fuori. All’81’, Salernitana vicino al raddoppio. Calcio d’angolo per i granata, sponda aerea di Gyomber per Ederson che svetta ma il pallone esce fuori di pochissimo. All’86’, bella parata di Cragno su un gran destro di Kastanos ben servito da Zortea, entrato al posto di Ruggeri.

Sei minuti di recupero e al 92′ Sepe esce male su un pallone lungo e sgambetta Baselli in area. Calcio di rigore per il Cagliari. Ma prima c’è stata una carica di Lykogiannis sullo stesso Sepe e quindi non è più rigore. Si gioca altri quattro minuti e al 98′ Altare con un colpo di testa da calcio d’angolo beffa lo stesso Sepe ed è 1-1. Non accade più nulla. E’ un pari beffa per la Salernitana ma i granata sono ancora padroni del proprio destino.

SALERNITANA-CAGLIARI 1-1 (0-0)

SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi, L. Coulibaly, Bohinen (60′ Kastanos), Ederson, Ruggeri (80′ Zortea); Verdi (84′ Perotti), Djuric (80′ Bonazzoli). A disp: Belec, Obi, Ribery, Di Tacchio, Dragusin, Capezzi, Gagliolo, Mikael. All: Nicola
CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Altare, Lovato, Ceppitelli (79′ Baselli); Bellanova, Deiola (71′ Pereiro), Grassi, Rog (58′ Marin), Lykogiannis; Pavoletti (71′ Keita), Joao Pedro. A disp: Aresti, Radunovic, Goldaniga, Strootman, Dalbert, Zappa, Carboni, Walukiewicz All: Agostini.

Marcatori: 67′ rig. Verdi (S), 90′ + 8′ Altare (C)

Arbitro: Di Bello della sezione di Brindisi 

Note – Espulsi: Ribery (S) dalla panchina, Radunovic (C) dalla panchina ; Ammoniti: Bohinen (S), Pavoletti (C), Cragno (C), Zortea (S), Radovanovic (S), Gyomber (S)

Articolo precedenteMaurizio Milan: «Nicola è un grande condottiero»
Articolo successivoDifesa attenta ma soffre sulle palle inattive. Estro e personalità di Kastanos. Sepe incerto. Mazzocchi stantuffo inesauribile