Home Breaking news Nicola: “Consolidare la categoria sarebbe qualcosa di davvero bello”

Nicola: “Consolidare la categoria sarebbe qualcosa di davvero bello”

Il trainer dell'ippocampo premiato a Rimini come miglior allenatore della Serie A da Panini ed Assoallenatori

1038
0
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo l’impresa, i meritati riconoscimenti. Giornata di premiazione, quella odierna, per Davide Nicola che- nel bellissimo scenario di Rimini- è stato premiato come miglior allenatore della Serie A nel concorso “The Coach Experience” di Figurine Panini ed Assoallenatori. Ad eleggere il mister piemontese come “primo della classe” è stato il ben 62% degli utenti che nella finalissima tra il trainer ex Crotone e l’ex granata (oggi neo Campione d’Italia) Pioli, ha votato per il mister del cavalluccio marino. In occasione della premiazione, quindi, Nicola si è espresso sulla stagione conclusa appena una settimana fa: <<Mai avrei pensato ricevere questo premio. Rappresento un gruppo affiatato e nutrito che parte dal presidente e dal direttore sino ad arrivare alla squadra e la nostra tifoseria, non posso pensare di avercela fatta da solo. C’è soddisfazione dopo aver raggiunto l’obiettivo prefissato e la cosa più bella sono stati i sorrisi della gente di Salerno. Abbiamo dato il massimo e ciò per noi è una gratificazione, il progetto tecnico-tattico ha avuto la sua incidenza. La città ti trascina e c’è un entusiasmo devastante. Consolidare la categoria con questo presidente e questo direttore sarebbe davvero qualcosa di bello. Personalmente lavorare con Sabatini è un vero onore, lui è complesso ma semplice allo stesso tempo>>. Nicola, poi, ha continuato: <<Cosa ho detto ai ragazzi nell’intervallo di domenica? Semplicemente e con molta calma che non avevamo svolto quel percorso per poi non mostrare il nostro calcio all’ultima partita. Nella ripresa qualche miglioramento c’è stato anche se non ci siamo espressi ai nostri livelli migliori di gioco>>.

A premiare il trainer dell’ippocampo è stato il presidente dell’Assoallenatori, Renzo Ulivieri. <<In cima a tutto- ha detto l’ex mister del Bologna- mettiamo l’uomo e l’allenatore che è riuscito ad entrare nella testa e nel cuore dei suoi calciatori. Premiamo un tecnico che è arrivato diciassettesimo ma che ha mostrato la sostanza delle cose, il lavoro e l’impegno>>.

Articolo precedenteSalernitana-Nicola, fumata bianca attesa nei prossimi giorni
Articolo successivoAccordo raggiunto, Davide Nicola sarà ancora alla guida dell’ippocampo
Tutto in 90 minuti: per me il calcio è tutto il mondo che sta all'interno di quell'ora e mezza (più recupero). Sono un grandissimo appassionato del gioco del calcio, indipendentemente dai colori: semplicemente, sono innamorato del gioco. Ho iniziato questo "viaggio" a 17 anni, poi l'avventura con il Quotidiano del Sud e SalernoSera a 20, ora sono il telecronista di SoloSalerno. L'obiettivo è migliorare sempre più.