Home Breaking news Nicola: «Soddisfatto della prestazione, questa la strada per crescere»

Nicola: «Soddisfatto della prestazione, questa la strada per crescere»

Il trainer ai microfoni di DAZN: "Felice delle prestazioni di Piatek e Daniliuc. Il gol di Milik? Valutato l'impatto di Bonucci sull'azione"

206
0
Tempo di lettura: 1 minuto

“Soddisfatto per questa prova”, mister Davide Nicola si definisce così riguardo la prestazione della sua Salernitana allo Juventus Stadium. Una prestazione più che ottima, quella della compagine dell’ippocampo che contro i bianconeri gioca senza alcun timore reverenziale e sfiora una storica vittoria sfumata solo negli ultimi cinque (e pazzi) minuti della seconda frazione. Proprio sulla serata torinese dei suoi ragazzi, il trainer del cavalluccio marino si è espresso ai microfoni di DAZN.

Nicola: “Felice delle prestazioni di Piatek e Daniliuc”

“In alcune situazioni- ha detto Nicola- non siamo stati abili e precisi per trovare un gol che ci avrebbe fatto comodo sicuramente. Se vogliamo essere pignoli, nei primi dieci minuti del secondo tempo non siamo stati bravi negli scivolamenti e ciò ci ha fatto abbassare il baricentro ed è questo l’aspetto dove migliorare. Bisogna rivedere anche l’aggressività negli ultimi sedici metri in difesa. Sono felice delle prestazioni di Piatek e Daniliuc, come gli altri anche loro possono diventare importanti. Aspettiamo anche chi deve ancora crescere perchè abbiamo bisogno anche di loro. Credo- ha poi detto il trainer- che in Serie A sia difficile di fare risultato senza produrre gioco, alla lunga anche sapendoti difendere vieni punito dall’episodio. Dobbiamo essere soddisfatti per quanto fatto quest’oggi ma essere consapevoli di dover migliorare. Questa è la strada da percorrere per continuare a crescere, la bellezza di questo sport è l’obbligo di avere sempre fame. L’episodio del gol? E’stata valutata l’interferenza di Bonucci nell’azione”.

Articolo precedenteIl rimpianto per il doppio vantaggio non può svilire l’impresa che resta.
Articolo successivoAllegri: «Sono soddisfatto di ciò che hanno fatto i miei ragazzi »
Tutto in 90 minuti: per me il calcio è tutto il mondo che sta all'interno di quell'ora e mezza (più recupero). Sono un grandissimo appassionato del gioco del calcio, indipendentemente dai colori: semplicemente, sono innamorato del gioco. Ho iniziato questo "viaggio" a 17 anni, poi l'avventura con il Quotidiano del Sud e SalernoSera a 20, ora sono il telecronista di SoloSalerno. L'obiettivo è migliorare sempre più.