Home Calciomercato I sorrisi a Firenze, le sfortune con Pro Vercelli e Fiorenzuola: alla...

I sorrisi a Firenze, le sfortune con Pro Vercelli e Fiorenzuola: alla scoperta di Davide Gentile

Terzino destro adattabile anche da difensore centrale, il 20enne di proprietà viola cerca ancora l'affermazione nel calcio dei grandi

528
0
Davide Gentile (foto Laviola.it)
Tempo di lettura: 2 minuti

Tanta Primavera e poca fortuna da professionista nel curriculum di Davide Gentile, il primo innesto della nuova Salernitana di Petrachi. Il terzino destro di proprietà della Fiorentina – già presente in ritiro a Rivisondoli – giunge in granata con la formula del prestito (dopo aver rinnovato in viola fino al 2026), e proverà a giocarsi la prima grande chance in Serie B.

Dopo i trascorsi nell’Academy dell’ex granata Pasquale Foggia, il classe ’03 si unì alle giovanili del Benevento nel 2019. Passata una stagione nel Sannio, il difensore di origini napoletane fu acquistato per 600 mila euro dalla Fiorentina, nel settembre 2020.

Fiorentina: tre trofei in Primavera

In viola Gentile giocò due stagioni con la Primavera di mister Aquilani. Nel 2020-21 i toscani vinsero la Coppa Italia di categoria: il terzino totalizzò 26 presenze e 2 assist tra tutte le competizioni, condividendo lo spogliatoio – e la concorrenza per lo stesso ruolo – con il futuro granata Niccolò Pierozzi.

Nel mentre, Gentile fu anche convocato in Nazionale under-18, e schierato da titolare dal selezionatore Franceschini nell’amichevole vinta 3-1 dagli Azzurrini contro i pari età dell’Austria.

L’anno seguente il difensore collezionò 23 presenze in maglia viola, vincendo Coppa Italia e Supercoppa. Gentile realizzò nuovamente 2 assist, e firmò anche il primo gol in Primavera 1, contro l’Hellas Verona. Il terzino disputò anche 4 amichevoli con la Nazionale under-19 di Carmine Nunziata, ma non fu convocato né per le qualificazioni né per la fase finale dell’Europeo di categoria.

Pro Vercelli, esperienza negativa

Nel 2022-23 poi il salto tra i grandi, in prestito alla Pro Vercelli. Esperienza non fortunata, perché nella prima metà stagione il laterale giocò solo tre volte tra campionato e Coppa Italia Serie C, per un totale di 135 minuti.

Dopo sei panchine di fila, ad ottobre Gentile rimediò la lussazione della rotula, che lo costrinse allo stop fino a metà febbraio 2023. Nel frattempo il prestito fu interrotto, e il difensore – una volta ristabilito – terminò la stagione aggregandosi alla Primavera viola.

Con Aquilani il classe ’03 ritrovò continuità, totalizzando 17 gettoni tra ultima parte di regular season e playoff. In questa fase Gentile fu impiegato perlopiù da difensore centrale, prima di restare in panchina nella finalissima persa contro il Lecce. Nel complesso, in Primavera viola sono arrivate 65 presenze, condite da un gol e 5 assist.

La retrocessione al Fiorenzuola

La scorsa estate il nuovo prestito in Serie C: stavolta al Fiorenzuola, sempre nel girone A di terza serie. Coi rossoneri Gentile ha giocato un po’di più, specie nella prima parte di stagione, salvo poi veder notevolmente calare il proprio minutaggio nella seconda metà.

Il difensore ha chiuso l’annata con 18 presenze tra campionato e Coppa Italia Serie C, senza disputare le ultime due gare di regular season né lo spareggio playout perso contro il Novara, che ha portato il Fiorenzuola alla retrocessione in D. Tornato a fare più il terzino che il centrale, Gentile ha messo a referto un assist – contro il Renate – in 1062 minuti giocati.

Dove giocherà Gentile?

La fascia destra prima di tutto: nonostante la stazza (191 cm) e le partite giocate da centrale, il nuovo innesto granata – cercato anche dal Perugia – è principalmente un laterale difensivo, impiegato perlopiù da terzino basso e raramente spostato un po’più avanti sulla corsia.

In attesa di novità sul futuro di SambiaGentile – 21 anni il prossimo dicembre – sarà un’opzione in più per la difesa a quattro annunciata da Martusciello Petrachi. Riserva o titolare? Solo il mercato lo decreterà, prima di passare la parola al campo.