Home Editoriale La protesta arriva in Costiera: mare, limoni e striscioni

La protesta arriva in Costiera: mare, limoni e striscioni

598
0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Non si ferma la protesta dei tifosi granata. L’arrivo dell’autunno, accompagnato dalle basse temperature,  non raffredda la disapprovazione dei tifosi.

 Al di là dei confini cittadini, in quel della costiera amalfitana, è stato esposto l’ennesimo striscione di disappunto nei riguardi della società Salernitana. La località protagonista, scelta dai fedeli di “sua Maestà”, stavolta, è Minori.

Un affaccio vista mare per il telo con su scritto: “ COME OGNI STAGIONE ZERO PROGRAMMAZIONE, IL VOSTRO INTERESSE DA ANNI SI ERA CAPITO VIA DA SALERNO FABIANI E LOTITO”!!! Un messaggio forte ed inequivocabile, una pretesa scritta ed urlata quella dei tifosi salernitani che, continuano ad essere scettici e disillusi, nei riguardi della sesta stagione cadetta targata Lotito – Mezzaroma.

Emozioni e sogni anche quest’anno sembrano essere velati e minacciati da una programmazione priva di fondamenta, inconsistente e scarna di garanzie presenti e future.

Ecco perché, all’unisono i sostenitori della Bersagliera cercano di rompere il muro che è stato costruito, mattone dopo mattone, dagli attuali “gestori” della Salernitana e che sta dividendo ciò che è sempre stato un tutt’uno. Le tecniche ed i metodi hanno un unico fine, quello di riaccendere la piazza di Salerno, non solo con le ormai note “ luci d’artista”, ma con i riflettori dell’Arechi.  Mettere in evidenza non solo il rettangolo di gioco, non unicamente una squadra che onori le casacche indossate, ma, specialmente, i vari settori  che da troppo tempo si sogna di rivedere traboccanti di sostenitori.

© solosalerno.it - tutti i diritti riservati. È vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.

Articolo precedenteSalernitana, nessun caso di positività all’interno del gruppo: la nota ufficiale del club
Articolo successivoDai rigori contro il Messina al sinistro di Volpe: fenomenologia di una vittoria inattesa
Ciao a tutti! Sono Raffaella Palumbo, classe 1990, natia della bellissima città di Salerno. Da ormai non poco tempo sono espatriata nel territorio Ligure, in quel di Genova. Amo la vita in tutte le sue sfaccettature e cerco sempre tanta positività nelle mie giornate, anche quando, il cielo sembra totalmente buio, credo che, avere la possibilità di vivere e apprezzare ogni attimo a propria disposizione, sia un dono preziosissimo che, mai andrebbe dato per scontato e sottovalutato. Posso definire la mia vita alquanto piena e soddisfacente. In primis, sono la mamma di una splendida bambina di nome Martina, inoltre, da qualche anno lavoro come insegnante di scuola primaria, pratico la pallavolo dall'età adolescenziale ed ho una smisurata passione - trasmessami da mio padre - per LA SALERNITANA. Tra i miei principali hobby rientrano: lo scrivere, l'andare in bicicletta, il calisthenics, la musica... credo che coltivare le proprie passioni, rientri tra le più importanti spinte motivazionali che, ognuno di noi possa avere per stare bene con se stessi e con gli altri. La benzina delle mie scelte di vita, nasce dall'espressione: " VOLERE è POTERE"!!!