Home News Cinica Salernitana, Chievo battuto 2-1 al “Bentegodi”

Cinica Salernitana, Chievo battuto 2-1 al “Bentegodi”

471
0
Tempo di lettura: 2 minuti

La Salernitana espugna il Bentegodi, battendo il ChievoVerona per 2-1 grazie ai gol di Tutino e Djuric che ribaltano l’iniziale vantaggio gialloblu di Mogos su erroraccio di Belec. Questa la cronaca della gara.

Verona, stadio “Bentegodi”. Questo il proscenio della seconda giornata di Serie B 2020/2021 per la Salernitana, ospite del ChievoVerona. La prima parte della sfida vede un netto predominio territoriale da parte del Chievo. Al 18’, la prima occasione da gol per i veneti. Garritano si libera di Aya sulla sinistra dell’area di rigore e mette al centro, ma Belec è lestissimo ad anticipare Fabbro.

Sei minuti dopo Chievo in vantaggio. Palla filtrante di Palmiero, intercettata da Lopez. La sfera descrive un campanile e sembra essere tranquilla preda di Belec, ma il numero uno granata si addormenta e si fa uccellare da Mogos di testa. Un gol che sa di beffa anche perché lo stesso Mogos, quattro minuti prima, era stato protagonista di una manata su Di Tacchio che l’arbitro Massimi di Termoli avrebbe potuto sanzionare più duramente del giallo comminatogli per la susseguente scaramuccia con Lopez. Al 30’, Chievo vicino al raddoppio. Azione personale di Bertagnoli che si invola palla a piede per una ventina di metri prima di scagliare un esterno destro che termina la propria corsa sul palo alla destra di Belec.

Al 33’, al primo tiro in porta, la Salernitana pareggia. Cross di Cicerelli da sinistra, il Chievo rinvia male, la palla resta in area e Tutino fa una giocata da gran giocatore. Il numero 9 granata si gira in un fazzoletto facendo perno su Palmiero e con un rasoterra fulmina un impietrito Seculin. Il Chievo prova a reagire ma non riesce a trovare di meglio di due cross in area sui quali Belec si fa trovare pronto. Il primo tempo termina così sul punteggio di 1-1.

Inizia la ripresa e, dopo una ventina di minuti di calma piatta, la Salernitana al 64′ passa in vantaggio. Calcio d’angolo di Lopez e Djuric, nonostante il “turbante” messogli qualche minuto prima per aver subito un taglio alla testa, vola in cielo e inzucca la rete dell’1-2. Al 72′, ancora Salernitana pericolosa su calcio d’angolo con una girata di Gyomber che termina di poco alta sulla traversa.

Il Chievo prova a reagire ma in contropiede i granata sono pericolosissimi. Come al 75′, quando, su azione di rimessa, Capezzi – entrato nella ripresa al posto di Schiavone – premia l’inserimento di Kupisz, con l’ex Bari che centra il palo esterno. All’80’, tiro cross di Obi ma Belec non si fa sorprendere.

Cinque minuti di recupero e al 93′ Canotto mette in area per Morsay, ma Casasola si immola opponendosi sulla conclusione a botta sicura del clivense. Si tratta dell’ultima occasione della sfida, perché il Chievo perde ogni speranza con l’espulsione comminata ad Obi al 95′ per proteste di quest’ultimo che ha lamentato un fallo in area da parte di Casasola. La Salernitana esce così dal Bentegodi con tre punti in tasca, battendo il ChievoVerona per 2-1.

CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Seculin; Mogos, Leverbe, Rigione, Renzetti; Bertagnoli (46′ Canotto), Palmiero (76′ Zuelli), Obi; Garritano (76′ Morsay); Fabbro (76′ Pucciarelli), Djordjevic (67′ De Luca). A disposizione: Confente, Illanes, Colley, Pavlev, Cotali, Metlika, Grubac. Allenatore: Aglietti.

SALERNITANA (4-4-2): Belec; Casasola, Gyomber, Aya, Lopez; Kupisz (90′ Curcio), Schiavone (56′ Capezzi), Di Tacchio, Cicerelli (81′ Veseli); Tutino (90′ Lombardi), Djuric (81′ Gondo). A disposizione: Russo, Bogdan, Iannoni, Giannetti. Allenatore: Castori.

MARCATORI: 24′ Mogos (C), 33′ Tutino (S), 64′ Djuric (S)

NOTE – Espulsi: Obi (C); ammoniti: Lopez (S), Mogos (C), Aya (S), Rigione (C)

ARBITRO: Luca Massimi di Termoli. Assistenti: Palermo – Ruggieri. IV uomo: Meraviglia.

Articolo precedenteUFFICIALE: Salernitana, ceduto Altobelli al Catanzaro
Articolo successivoChievoVerona – Salernitana: le pagelle